Arcipelago Muratori e i suoi vini simbiotici

Il termine Simbiotico deriva da simbiosi, dal greco sun (con) e bios ( vita ), che significa vita insieme: indica la relazione che si instaura tra due individui di specie diverse, tesa a un beneficio reciproco.

“I vini simbiotici sono la realizzazione di una serie di progetti e collaborazione scientifiche – spiega Francesco Iacono, direttore di Arcipelago Muratori – che abbiamo stabilito e sviluppato dalla nascita dell’Arcipelago (www.arcipelagomuratori.it). Il senso della continua ricerca per sempre migliorarsi, cercando di trovare soluzioni alternative a problemi attuali o anche futuribili. Un modo per mantenersi dinamici, attivi, sempre aggiornati e, magari, in anticipo sui tempi. Il Progetto Simbiotico è partito pensando alla terra e poi gradualmente si è sviluppato fino ad arrivare al vino, tre vini: un Franciacorta di Tenuta Villa Crespia, un Sangiovese in purezza di Tenuta Rubbia al Colle a Suvereto in Val di Cornia e un “vino giallo” di Fiano in prevalenza di Tenuta Oppida Aminea nel Sannio beneventano. Dapprima la coscienza, che la terra viva non solo garantisce il futuro dell’attività agricola, ma fa crescere meglio anche le viti (maggiore crescita e minore mortalità). Dopo anni abbiamo compreso che le viti sono anche meno sensibili alle malattie. Abbiamo compreso che le uve hanno più potere antiossidante (questo ce lo attesta il CNR di Pisa)”.

Francesco Iacono e Michela Muratori genn 2016 (5)“Stabilendo un rapporto ottimale tra suoli, vigna, cantina e uomo, lavoriamo e sperimentiamo ogni giorno possibilità nuove per entrare sempre più in ‘simbiosi’ con l’ambiente portando vita e biodiversità nei suoli. In Vigna utilizziamo colonie e consorzi microbiologici che inducono nelle viti anche fenomeni di resistenza ed immunità verso le malattie più rischiose. Possiamo quindi ridurre progressivamente, fino all’eliminazione totale tutti i prodotti di sintesi (concimi chimici, fitofarmaci) oltre che zolfo e rame. Attraverso il nostro intervento, l’apparato radicale della vite è capace di esplorare un volume di terreno anche 400 volte maggiore rispetto a quello di una vite coltivata in maniera convenzionale. In tutti i vigneti si lavora al fine di ridurre il nostro impatto ambientale, con l’utilizzo di consorzi fungiformi, che donano fertilità naturale ai suoli. In Cantina controlliamo la temperatura, usiamo prodotti di origine vegetale non allergeni, OGM free ed evitiamo tutte le pratiche di chiarifica e di filtrazione ove è possibile. Non utilizziamo solforosa nel corso del processo produttivo e quella che si trova nel vino proviene esclusivamente dalla fermentazione alcolica. Tuteliamo l’ambiente non solo con viticoltura ed enologia rispettose, ma con l’intero processo produttivo: bottiglie, carta e cartoni derivano da attività di riciclo. La Cantina funziona con energia rinnovabile. In linea con le nuove frontiere della sostenibilità ambientale le Cantine di tutte le nostre Tenute sono dotate di impianti fotovoltaici, che ne garantiscono l’autonomia energetica.

12093530_764919646972222_296690099_nIl risultato di tutto questo lavoro si identifica oggi con una linea di vini, che rappresenta la realizzazione del progetto definito fin dai suoi inizi Progetto Simbiotico. “Sono vini che stanno dando grandi soddisfazioni organolettiche, nelle degustazioni dove li proponiamo ad appassionati- spiega Michela Muratori – l’ assenza di solforosa, impatta maggiormente nella degustazione, si esaltano i bouquet fruttati che risultano più ampi, nascosti in genere dalla solforosa. Il Franciacorta in particolare ha un’evoluzione più veloce dopo la sboccatura. Insomma sono vini più autentici”

 

Vini Simbiotici di arcipelago Muratori

10549670_1168190276524723_2134613687_nSimbiotico – Rubbia al Colle Toscana Sangiovese IGT
Nella Maremma livornese, fra terre viticole famose e ricche di storia, Rubbia al Colle è la tenuta dell’Arcipelago Muratori dedicata ai vini rossi, Sangiovese in particolare senza disdegnare Merlot, Cabernet, Syrah e Petit verdot fra le varietà internazionali. Il vino qui è “Paesaggio liquido” espressione, cioè, delle sensazioni e delle esperienze che si vivono camminando questi luoghi ancora vergini. A Rubbia al Colle è nato il progetto Simbiotico sperimentando i consorzi micorrizici, nella naturalità del paesaggio maremmano, sono state ottenute le prime vinificazioni in assenza di allergeni e la vinificazione in argil-la creando il Barricoccio®.

Simbiotico – Oppida Aminea Campania Bianco IGT
Un unico podere di 30 ettari di 25 ha di vigna; un’unica collina dedicata alle varietà a bacca gialla native della Campania quali Falanghina, Greco, Fiano e Coda di Volpe in primis. Una collezione di altre varietà campane, Sanginella, Agostinella, Catalanesca, Falanghina dei Campi Flegrei, Asprinio, che completano il vigneto e lo rendono unico nel panorama vitivinicolo regionale.

Simbiotico – Villa Crespia Franciacorta Brut
23 vigneti dislocati nei 6 paesaggi (unità vocazionali) che caratterizzano le diversità della Franciacorta in base allo studio di zonazione condotto nei primi anni ‘90 dall’Università di Milano. Questo è il patrimonio di Villa Crespia: 6 terre, 6 vini. Vigneti vinificati separatamente e poi assemblati solo in funzione della loro origine.

One thought on “Arcipelago Muratori e i suoi vini simbiotici”

  1. Come Acquistare Il Cialis Does Cephalexin Come In 875mg? Cheap Generic Accutane [url=http://buyviaa.com]viagra[/url] Pediatric Dosing Amoxicillin Viagra Medicitalia Acheter Cialis Par Telephone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.