2 agosto 2017

Banfi un ponte di bollicine tra l’Italia e gli USA

Quando i fratelli italoamericani John e Harry Mariani hanno deciso di dedicarsi anche agli spumanti, non hanno avuto dubbi sul territorio su cui puntare. E così, nel 1979, a distanza di poco più di un anno dalla nascita di Banfi a Montalcino, rilevano la storica casa vinicola Bruzzone di Strevi, attiva fin dal 1860 e specializzata nella produzione di spumanti, per farne il marchio piemontese del gruppo.

Oggi l’azienda, che si estende tra i comuni di Novi Ligure e di Acqui Terme su una superficie di 50 ettari (di cui 46 a vigneto), ha Alberto Lazzarino alla direzione tecnica e conferma una vocazione particolare per le bollicine di qualità, seguendo un costante percorso di crescita e di innovazione tecnologica.

Spiega l’azienda: “Il forte legame con il territorio si rivela nella ricchezza di selezionate etichette, espressione dei principali vitigni piemontesi e del Metodo Classico, incoronando così il progetto di valorizzazione delle più pregiate denominazioni del basso Piemonte. La cantina, completamente restaurata e rinnovata negli ultimi anni, è stata concepita per conservare, e al tempo stesso esaltare, le peculiarità e le tipicità delle uve.

Oltre ad un’area dedicata alla produzione di spumanti metodo Charmat, la cantina si estende in una zona destinata ai Metodo Classico, dove sulle secolari pupitres riposano sui lieviti gli spumanti.” La sezione Onav di Alessandria, mercoledì 26 luglio, ha voluto omaggiare questa tradizione del territorio di riferimento. Alla presenza del Propresidente nazionale Onav, Cavaliere di Gran croce Lorenzo Marinello, e dopo l’introduzione del Consigliere nazionale Gianluigi Corona, l’enologo aziendale Antonio Massucco ha presentato:

Alta Langa brut

Alta Langa brut rosato

Gavi

Dolcetto di Acqui

Piemonte Albarossa

Brachetto d’Acqui

Accompagnati da tre diverse tipologie di Gorgonzola, i vini hanno dimostrato la gamma variegata e completa della produzione aziendale, con una selezione di etichette espressione dei principali vitigni piemontesi. Di particolare interesse l’Altalanga: “Siamo stati tra i pionieri, con l’uva che arriva dalle zone dell’Alessandrino e dell’Astigiano. Il terreno è calcareo, argilloso, tufaceo e le condizioni microclimatiche sono perfette, con i vigneti piantati dai 350 ai 500 metri sul livello del mare.” E anche la scelta di puntare sull’Albarossa è stata premiante, malgrado le inevitabili difficoltà: “Abbiamo piantato un ettaro dieci anni fa per studiarne le caratteristiche e oggi è per noi una produzione importante. Non è certo un vitigno facile da coltivare perché ancora in gran parte sconosciuto, ma con i suoi antociani conferisce al vino un colore straordinario e tannini davvero aggraziati.”

Il gran finale con il Brachetto, accompagnati dai Canestrelli di Francavilla Bisio (De.Co).

Danilo Poggio

I PIÙ RECENTI

Best in Sicily

13 febbraio 2018
 

I PIÙ LETTI

agosto 4, 2015
Mondo Onav
Se il tappo sa di tappo ……

Se il tappo sa di tappo ……

“Se un tappo sa di tappo, il vino sa di tappo; se un tappo sa di vino, il vino sa di vino". Era quasi un dogma che ha accompagnato per anni la professione. Oggi, in vero, lo scen...

febbraio 6, 2018
Mondo Onav
CONVI: la cultura del vino torna tra i banchi di Scuola

CONVI: la cultura del vino torna tra i banchi di Scuola

Parte il 7 febbraio la terza edizione del progetto “Il Bere Consapevole” promosso dalla  Consulta Nazionale del Vino Italiano. Quest’anno, ad essere formato, sarà anche il pubblico...

febbraio 9, 2018
Mondo Onav
Rete d’impresa “Pinot Nero del Friuli Venezia Giulia”

Rete d’impresa “Pinot Nero del Friuli Venezia Giulia”

Alla sezione di Torino si è parlato di Pinot Nero del Friuli Venezia Giulia con il presidente della Rete d’impresa, Fabrizio Gallo, ed alcuni produttori che ne fanno parte. Il prog...

aprile 10, 2017
Mondo Onav
Guida Prosit: un progetto unico e ambizioso dell’Onav.

Guida Prosit: un progetto unico e ambizioso dell’Onav.

La nuova guida dell’ONAV “PROSIT”  (www.guidaprosit.it) è stata presentata ufficialmente a Vinitaly e verrà lanciata on line a giugno 2017. Dopo i saluti del Direttore Michele Ales...

 
Simple Share Buttons