11 ottobre 2017

CEVI : l’enoturismo presto al vaglio del Consiglio Europeo

Il Parlamento europeo sottoporrà a breve una Oral Question al Consiglio (composto dagli Stati Membri) sul tema dell’enoturismo.

Questa procedura potrebbe in seguito far scattare una discussione durante la sessione Plenaria di Strasburgo davanti a tutti i Parlamentari europei riuniti. Al fine di rafforzare il messaggio, nel 2018 sarà anche prevista una conferenza al Parlamento Europeo sull’enoturismo.

Al termine della riunione il Presidente CEVI Thomas Montagne ha dichiarato: “I nostri vini, rispettosi del terroir sul quale crescono, incarnano la diversità. Sono molto felice di vedere che il Parlamento Europeo ha deciso di sostenerci nella condivisione di questa diversità attraverso il turismo del vino. Considerato il forte impatto che l’enoturismo ha sullo sviluppo rurale, riteniamo che possa diventare presto un tema di discussione delle istituzioni europee.”

Alla presenza anche dell’On. István Ujhelyi (Ungheria – S&D) e dell’on. Claudia Ţapardel (Romania – S&D) la CEVI ha portato alla luce il fatto che in Europa l’enoturismo è ostacolato da barriere burocratiche, amministrative, fiscali e legislative che solo una legge ad hoc potrebbe abbattere.

In Italia ad esempio un vignaiolo che vuole praticare dell’enoturismo si vede costretto a scegliere tra l’apertura di una s.r.l. oppure di un agriturismo; in Francia il reddito derivante da prestazioni enoturistiche non può superare il massimale di 50.000 euro annui, pena il passaggio a un regime fiscale molto più oneroso rispetto a quello agricolo; in Bulgaria senza la licenza di ristorazione è vietato offrire anche solo un pezzo di pane per accompagnare la degustazione. Una situazione che necessita urgentemente di un intervento risolutore da parte delle istituzioni europee.

La CEVI è l’organizzazione che riunisce e rappresenta i vignaioli indipendenti europei, ma non solo. Ne fanno parte le singole associazioni di Italia, Francia, Portogallo, Lussemburgo, Svizzera, Ungheria, Rioja, Slovenia, Bulgaria e Quebec.

I PIÙ RECENTI

Best in Sicily

13 febbraio 2018
 

I PIÙ LETTI

agosto 4, 2015
Mondo Onav
Se il tappo sa di tappo ……

Se il tappo sa di tappo ……

“Se un tappo sa di tappo, il vino sa di tappo; se un tappo sa di vino, il vino sa di vino". Era quasi un dogma che ha accompagnato per anni la professione. Oggi, in vero, lo scen...

febbraio 6, 2018
Mondo Onav
CONVI: la cultura del vino torna tra i banchi di Scuola

CONVI: la cultura del vino torna tra i banchi di Scuola

Parte il 7 febbraio la terza edizione del progetto “Il Bere Consapevole” promosso dalla  Consulta Nazionale del Vino Italiano. Quest’anno, ad essere formato, sarà anche il pubblico...

febbraio 9, 2018
Mondo Onav
Rete d’impresa “Pinot Nero del Friuli Venezia Giulia”

Rete d’impresa “Pinot Nero del Friuli Venezia Giulia”

Alla sezione di Torino si è parlato di Pinot Nero del Friuli Venezia Giulia con il presidente della Rete d’impresa, Fabrizio Gallo, ed alcuni produttori che ne fanno parte. Il prog...

aprile 10, 2017
Mondo Onav
Guida Prosit: un progetto unico e ambizioso dell’Onav.

Guida Prosit: un progetto unico e ambizioso dell’Onav.

La nuova guida dell’ONAV “PROSIT”  (www.guidaprosit.it) è stata presentata ufficialmente a Vinitaly e verrà lanciata on line a giugno 2017. Dopo i saluti del Direttore Michele Ales...

 
Simple Share Buttons