Consorzio delle Doc Fvg: il progetto Ribolla gialla

I risultati del primo anno di sperimentazione, in collaborazione con l’Università di UdineLa Ribolla gialla è il vitigno autoctono regionale che, più di ogni altro, in questi anni, ha visto crescere il suo spazio produttivo e la propria fama. Nell’ultimo decennio, infatti, la superficie di coltivazione a esso dedicata è cresciuto di oltre il 170 per cento, superando i 500 ettari certificati. Ad ammissione di tutti gli addetti ai lavori, però, manca una vera e propria conoscenza dell’uva e delle sue caratteristiche, soprattutto nel caso vengano dedicate al vino da spumantizzazione. Per questo motivo, nel corso del 2017, la Regione Fvg ha finanziato un progetto di ricerca per la caratterizzazione e la valorizzazione delle potenzialità quali-quantitative della Ribolla gialla spumante.

L’Università degli Studi di Udine è stata incaricata a condurre le sperimentazioni in collaborazione con il Consorzio delle Doc Fvg, al fine di perseguire gli scopi progettuali e poter trasferire alle aziende vitivinicole i risultati relativi alle metodiche di spumantizzazione e alle tecniche viticolo-enologiche testate.

Durante l’incontro che si è svolto mercoledì 31 ottobre, presso la sala Cavalirs di Villa Nachini Cabassi, a Corno di Rosazzo (piazza XXVII maggio, 23), sono stati presentati i risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione.