Consulta Nazionale del Vino italiano – Co.N.V.I Conoscere per sapere: il vino come istruzione e cultura

Conoscere per sapere: il vino come istruzione e cultura
Slow Food Theater
Piazza della Biodiversità – Expo 2015
19 ottobre ore 11,30
(ingresso libero alla conferenza stampa con biglietto Expo)

Intervengono:
Lorenzo Berlendis, vice presidente Slow Food Italia, Vito Intini, presidente ONAV, coordinatore Co.N.V.I.

Presentarsi uniti per rilanciare i valori e la cultura enologica del nostro paese. È questa l’idea da cui nasce la Consulta Nazionale del Vino italiano grazie all’impegno delle maggiori associazioni del comparto vitivinicolo nazionale.

La Consulta affronterà concretamente i problemi del settore a 360°
con l’obbiettivo di diventare un punto di riferimento, sia per le istituzioni con cui si interfaccerà, sia per il consumatore nel promuovere la conoscenza del mondo enologico e l’educazione al consumo.
Durante la conferenza stampa saranno presentati gli obiettivi della Consulta e i progetti che saranno avviati per dare nuovo respiro al comparto e valorizzare la cultura del vino italiano, così strettamente legata al territorio e alla tradizione gastronomica del nostro paese.

invito“E’ una grande soddisfazione e fonte di  orgoglio per noi vedere  tutti i loghi delle Associazioni che hanno aderito e sapere che ONAV li ha aggregati con la propria volontà e impegno. Esprimo le mie congratulazioni a Pia Berlucchi, Michele Alessandria, Teresa Bordin che hanno lavorato al mio fianco con grande capacità e spirito di iniziativa. Ringrazio  tutti gli iscritti ONAV e simpatizzanti per il sostegno che mi avete dato quando il progetto pareva irrealizzabile. Oggi ci siamo riusciti e siamo i portavoce di questo mondo enoico che costituirà nel 2016 un’ associazione di secondo livello con  consiglio e un logo che stiamo studiando”.
Tra le associazioni che hanno dato vita al progetto:
Agivi, Ais, Aspi, Associazione nazionale le Donne del Vino, Conaf, Fisar, Fivi, Movimento Turismo del Vino, Onav, Sive, Slow Food Italia ,Vinarius.
La Consulta è aperta a nuove adesioni da parte di associazioni e istituzioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.