Degustazioni, masterclass e talk show, Parma celebra il Primitivo Day

Parma celebra il Primitivo il grande vitigno simbolo della Puglia con i suoi vini amati in tutto il mondo. Ecco la prima edizione di Primitivo Day che sabato 17 novembre porta il grande rosso al centro della città emiliana, all’Hotel Parma & Congressi come cuore pulsante, tra degustazioni, masterclass, presentazioni e momenti di approfondimento.

Un evento che riunisce il mondo del vino in un summit in cui si scambiamo informazioni ed opinioni e si assaggiano grandi etichette. E non poteva non mancare la doc più importante della Puglia, il Primitivo di Manduria con il suo Consorzio di Tutela.

Il via ufficiale è a partire dalle 15,30 con un seminario di approfondimento sull’importante momento di crescita a livello internazionale, per qualità e quote di mercato, dei vini da uve primitivo. Al simposio sarà presente Mauro di Maggio, vicepresidente del Consorzio di Tutela  del Primitivo di Manduria; i presidenti delle associazioni sommelier di Puglia ed Emilia, Vito Sante CecereAnnalisa BarisonAnnamaria Compiani, Delegato AIS Parma e Domenico Stanzione, Delegato AIS Taranto; Nicola Insalata, presidente del Consorzio di Tutela vini doc Gioia del Colle;  Livio Chiarullo, referente dell’Agenzia Regionale per il Turismo Puglia Promozione, la parmense MauraGigattimiglior Sommelier del Primitivo 2017, ambasciatrice del vitigno nel mondo ed Giuseppe Baldassarre, relatore AIS Puglia, tra i massimi studiosi del primitivo, autore negli anni di importanti testi e report di approfondimento.

A suggellare Primitivo Day alla fine del convegno, l’apertura dei banchi d’assaggio che consentiranno agli appassionati di degustare oltre 70 etichette presenti di primitivo. Inoltre, masterclass, degustazioni guidate che vedranno più di 200 professionisti del mondo della ristorazione e della comunicazione del vino vivere in un assaggio comparato tutte le espressioni territoriali del vitigno re di Puglia, dal Salento all’Arco Jonico-Tarantino, fino alle Murge di Gioia del Colle.