callianettooscarOltre cento campioni di vini del sud Piemonte di cui oltre un terzo giudicati al di sopra della tradizionale soglia d’eccellenza (85/100) delle schede Onav. E’ questo, in sintesi, il risultato della selezione enologica “Crotin ‘d Gianduja” che la Pro Loco di Callianetto (piccola frazione di Castell’Alfero, nell’Astigiano, che ha dato i natali alla maschera di Gianduja) di cui è presidente Alberto Amerio, ha organizzato per il decimo anno in concomitanza con la Sagra del Fritto Misto che si svolgerà sabato 11 e domenica 12 Giugno.

La selezione tecnica, effettuata dagli Assaggiatori della delegazione Onav di Asti, ha evidenziato la crescente qualità dei vini inviati al concorso dai produttori dell’Astigiano e del Monferrato, tant’è vero che per la prima volta nella storia del “Crotin”, sono stati assegnati ben sei superpremi (i Trofei Crotin ‘d Gianduja”) ad altrettanti vini che hanno ottenuto un punteggio eguale o superiore a 90/100.

Primo posto assoluto ad un Barbera d’Asti docg 2009 della Cascina Brichetto di Portacomaro Stazione, mentre gli altri cinque supervincitori sono risultati il Moscato d’Asti 2010 di Cascina Carlot di Coazzolo, la Barbera d’Asti superiore 2007 de L’Alegra di Settime, il Barbera del Monferrato 2010 di Dario Biletta di Casorzo, il Moscato d’Asti 2010 di Maria Luigina Negro di Castagnole Lanze ed il Ruchè di Castagnole Monferrato 2009 de “Il vino dei padri” di Monale. Di qualità assoluta, con una valutazioni vicinissima ai 90 punti, anche una Barbera d’Asti 2010 della Cantina Post dal Vin di Rocchetta Tanaro, una Barbera del Monferrato della Cantina sociale di Castagnole Monferrato, una Barbera del Monferrato ed un Moscato d’Asti della Cantina sociale di Vinchio e Vaglio Serra che, dal canto suo, ha collezionato il maggior numero di riconoscimenti (ben sei) della rassegna.

I vini classificatisi ai primi venti posti della graduatoria saranno ora inseriti in una speciale “Carta dei Vini” che la Pro Loco di Callianetto utilizzerà in tutte le iniziative a cui parteciperà nei prossimi mesi, a cominciare proprio dall’imminente Sagra del Fritto Misto.

Alla cerimonia di premiazione era presente, oltre al delegato Onav astigiano, Giancarlo Sattanino ed al sindaco di Castell’Alfero, Fernando Tognin, il presidente nazionale dell’Onav, prof. Giorgio Calabrese che, ribadendo la necessità di promuovere il principio del bere responsabile e di qualità, ha sottolineato l’importanza di iniziative come quella della Pro Loco di Callianetto che, unica in Piemonte, svolge una lodevole opera di stimolo nei confronti dei produttori per la crescita qualitativa dei loro vini, indirizzata al piacere del gusto ma anche all’equilibrio del consumo.

?>?>?>