La storia Cimbra veronese raccontata tra le botti

22 luglio, in Valpolicella, tributo cultural-gourmet ai Cimbri. Nell’Enoteca Domìni Veneti di Cantina Valpolicella Negrar, storia e tradizione si intrecciano. Ma quale inglese, russo o cinese! A dispetto dell’effettiva importanza d’uso della lingua, ben 60 persone nel veronese, per lo più giovani, la scorsa Primavera hanno scelto di frequentare un corso di cimbro, antica parlata tedesca oggi a rischio estinzione, ma un tempo comune in alcune vallate montane di Trentino e Veneto, in cui nel Medioevo si insediarono i Cimbri, popolo originario dalla Baviera o dal Tirolo dedito alla sivilcoltura.

Cimbri-2Il perché del successo del corso linguistico è presto detto. “Le persone sono sempre più desiderose di scoprire le proprie origini, ed un modo per farlo è imparare l’idioma degli avi”, racconta Vito Massalongo, presidente del Museo Cimbro-Centro di Cultura Cimbra di Giazza, ultimo paese della Lessinia Veronese dove ancora si parla cimbro ed in cui rivivono gli antichi riti, come quello della festa del fuoco per il solstizio d’estate, che richiama folle da ogni dove.

Della lingua, come della storia e delle tradizioni cimbre, Massalongo ne parlerà venerdì 22 luglio, in qualità di ospite d’eccezione a “Raudii, da una battaglia a un’etichetta”, tributo culturale-enogastronomico alla storia Cimbra Veronese, che si terrà a Negrar (VR) a partire dalle ore 20 nell’Enoteca Domìni Veneti di Cantina Valpolicella Negrar, gestita da Maria Cristina Giacopuzzi, Elena Righetti e Luca Cappelletti.

3aeabfed-c2ed-4bd0-8b0f-383c65f5e28bMolto importante il legame che i viticoltori della Valpolicella hanno con i monti Lessini, che proteggono a Nord la valle dai rigori invernali, influenzando, insieme al lago di Garda, la produzione vinicola. Alla Lessinia, e alle sopravvivenze culturali cimbre che hanno contribuito a formare le tradizioni delle genti della montagna veronese, Cantina Valpolicella Negrar ha dedicato un’etichetta Domìni Veneti, il top della produzione, scelta per due blend Igt, il Raudii bianco e rosso, che riportano nell’effige un simbolo dell’arte orafa cimbra, anche se il nome Raudii sembra rimandare a una grande battaglia combattuta, e persa, dai Cimbri danesi nel 101 a.C. contro le legioni romane del console Caio Mario.

Info: enotecanegrar@cantinanegrar.it tel. 045.7502121.

 

74 thoughts on “La storia Cimbra veronese raccontata tra le botti”

  1. Adverse Effect Of Amoxicillin For Elderly Propecia Minoxidyl Online Medz [url=http://viaonlineusa.com]viagra[/url] Cheap Cialis Extra Strength

  2. Pingback: cialis for sale
  3. Pingback: prices of cialis
  4. Pingback: cialis 10mg
  5. Pingback: viagra for sale
  6. Pingback: ed drugs
  7. Pingback: mens ed pills
  8. Pingback: cialis online
  9. Pingback: Real cialis online
  10. Pingback: buy levitra
  11. Pingback: order vardenafil
  12. Pingback: cash loans
  13. Pingback: cash advance
  14. Pingback: cash loans
  15. Pingback: viagra for sale
  16. Pingback: cialis 5 mg
  17. Pingback: 20 cialis
  18. Pingback: kellee
  19. Pingback: cialis buy
  20. Pingback: play casino online
  21. Pingback: cialis 5 mg
  22. Pingback: cialis buy
  23. Pingback: cialis buy
  24. Pingback: best casino online
  25. Pingback: slots real money
  26. Pingback: sildenafil citrate
  27. Pingback: cialis price
  28. Pingback: cheap cialis
  29. Pingback: tadalafil generic
  30. Pingback: cialis generic
  31. Pingback: play casino
  32. Pingback: www.jueriy.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.