10 novembre 2017

Lageder: verticale di 30 anni LÖWENGANG Chardonnay

Alois Lageder e il figlio Alois Clemens Lageder hanno presentato a Milano, all’Aromando Bistrot di via Moscati 13, il LÖWENGANG Chardonnay 30 anni e il LÖWENGANG Cabernet 30 anni, due vini particolari, pensati e creati per celebrare il trentennale della loro azienda.

Il giovane Alois Clemens, che affianca il padre nella conduzione dell’Azienda, ha fatto subito presente che i due vitigni Chardonnay e Cabernet costituiscono i fiori all’occhiello della loro terra, la tenuta LÖWENGANG, acquistata nel 1934 a Magrè, che, dal 1984 in poi, ha ottenuto numerosi riconoscimenti a livello internazionale e intrapreso, nella produzione enologica,  un cammino sempre più importante che culmina con questo importante anniversario.

E mentre viene organizzata una degustazione verticale di LÖWENGANG Chardonnay in purezza delle annate 1992, 1996, 2004, 2010, 2014, il padre Alois racconta la storia dell’azienda e dei cambiamenti attuati, nel corso degli anni, per essere, sempre e meglio, interpreti del loro territorio. Girando per il mondo e confrontandosi con altri produttori, nel 1983 si convinse dapprima delle necessità di una netta riduzione delle rese poi, di quella  di lasciare a lungo le uve sui lieviti fini che difendono il vino e lo fanno irrobustire; l’uso della barrique, infine, è stata determinante per donare al vino tannini ricchi e aromi complessi: “così i delicati vini altoatesini si irrobustiscono e danno grandissimi risultati”.

Fu nel 1986 che giunse sul mercato il primo LÖWENGANG Chardonnay e la verticale ne dimostra il valore, pur con differenze tra le varie annate: il 1982, vino di 25 anni è uno Chardonnay grandioso, il ‘96 si mostra meno intenso ma di grande e bella complessità. Merito del sistema di vinificazione, sperimentale e innovativo, merito della capacità di “imparare un nuovo stile di vita in armonia con la natura”, come afferma il giovane Alois Clemens che racconta di viti che, dal 2004, crescono robuste senza fitofarmaci chimici di sintesi, erbicidi, fungicidi, insetticidi e concimi minerali. Nei filari delle tenute Alois Lageder non si usano le macchine agricole convenzionali, il terreno viene nutrito naturalmente. La complessità e la delicatezza dello Chardonnay con grandi aromi, bella acidità e grande eleganza culmina con il “30 anni LÖWENGANG Chardonnay” che è stato prodotto  con un uvaggio delle annate 2013, 2014, 2015, in esclusiva solo per quest’anno, I vini dei ciascuna delle tre annate sono stati lasciati maturare sui lieviti fino al momento dell’assemblaggio. Nel caso del 2013 per ben tre anni. Si sono prodotte solo 2500 bottiglie.

Mentre inizia la degustazione del Cabernet, Alois Lagender parla anche di un altri aspetti rilevanti per la viticoltura della tenuta: terroir sabbioso, pietroso e ad alto tenore calcareo e clima, rigido ma addolcito da sud dall’Ora del Garda e con grandi e benefiche escursioni termiche: la zona microclimatica di Magrè è fresca e qui Chardonnay e Cabernet hanno trovato ottime condizioni di crescita fin dal passato. Per quanto riguarda il Cabernet, quando giunse sul mercato la prima annata di LÖWENGANG Cabernet, annata 1984, l’uva proveniva da viti di quasi cent’anni che producevano vini strutturati ed armonici; si pensò opportuno procedere ad una selezione massale, isolando nuove piantine ed estendendo la superficie del vigneto. Si conservò, così, intatto il patrimonio genetico e, con l’annata 2014, venne prodotto un Cabernet con vitigni ricavati da selezione massale e conservanti lo stesso DNA della vecchia vigna. Con “30 anni LÖWENGANG Cabernet”, vino dell’anniversario, per la prima volta sono state vinificate solo le uve da selezione massale: un vino intenso e profumato con note speziate e sentori di tostatura, morbido e potente, con tannini e acidità in grande equilibrio.

Una bella produzione alto atesina, da cui si percepiscono sia il rispetto  della tradizione  che un grande e giovanile desiderio di innovazione e di sperimentazione.

Enrica Bozzo

I PIÙ RECENTI

 

I PIÙ LETTI

aprile 10, 2017
Mondo Onav
Guida Prosit: un progetto unico e ambizioso dell’Onav.

Guida Prosit: un progetto unico e ambizioso dell’Onav.

La nuova guida dell’ONAV “PROSIT”  (www.guidaprosit.it) è stata presentata ufficialmente a Vinitaly e verrà lanciata on line a giugno 2017. Dopo i saluti del Direttore Michele Ales...

novembre 6, 2017
Mondo Onav
Nasce Prosit, lo spirito guida ai vini italiani

Nasce Prosit, lo spirito guida ai vini italiani

Uno strumento facile e intrigante per approcciarsi al vino italiano in modo divertente e professionale. È questa Prosit, la Guida perpetua dei vini d’Italia di ONAV - Organizzazion...

novembre 13, 2017
Mondo Onav
Asti: una memorabile Giornata dell’Assaggiatore Onav

Asti: una memorabile Giornata dell’Assaggiatore Onav

Una giornata organizzata da Onav Nazionale in collaborazione con la Sezione di Asti e la Sezione Onav Piemonte.Un appuntamento dedicato alla scoperta delle caratteristiche di alcun...

ottobre 23, 2017
Mondo Onav
La guida Prosit prende forma

La guida Prosit prende forma

La guida Prosit, felice intuizione di ONAV, sta prendendo corpo con l'apporto del lavoro delle diverse delegazioni. ONAV Trento ha avviato i contatti con le cantine della provincia...

 
Simple Share Buttons