L’ONAV sulle colline di Strevi: l’incontro delle autorità nelle cantine Marenco

Una serata elegante, ma dai contenuti importanti. Il Presidente nazionale onorario ONAV, Lorenzo Marinello, ha invitato le autorità della provincia di Alessandria per una serata alla scoperta del valore e della cultura enologica del territorio. Accompagnato dal consigliere nazionale Gianluigi Corona e dal consigliere provinciale Federico Benazzo, Marinello ha introdotto le autorità nella prestigiosa zona di Strevi, per un incontro nelle celebri cantine della famiglia Marenco. L’azienda, nata nel 1925, è oggi condotta dalle tre sorelle  Michela, Doretta e Patrizia, che con passione  portano avanti il sogno di famiglia attraverso il controllo diretto, totale e attento della filiera, dalla terra al bicchiere. “Oggi Marenco – spiegano – possiede e conduce vigneti vocati sulle colline di Strevi, Cassine e Fontanile, le cui uve vengono vinificate nella cantina di Strevi.

Sia in vigna che in cantina puntiamo sulla sostenibilità per raggiungere eccellenza e tipicità. I nostri vini sono espressione netta del vitigno e del territorio di origine.” L’azienda si focalizza sulle varietà autoctone che meglio si esprimono sul territorio, come il Moscato, il Brachetto, la Barbera, il Dolcetto, l’Albarossa e i vini  vengono venduti in Italia e all’estero, in particolare Inghilterra, Stati Uniti, Giappone.

“Il territorio di Strevi ha un’antica tradizione per la viticoltura, ed è rinomato per il Moscato. Il nostro legame con la terra e le tradizioni, il profondo rispetto per la natura e l’ambiente e’ continuo e quotidiano. Manteniamo antiche tradizioni enologiche, come la produzione del passito, e controlliamo i processi facendo uso delle piu’ moderne tecnologie. Ci impegniamo per un’agricoltura sostenibile, proteggendo l’ambiente, creando valore per il territorio e per le generazioni future”.

Il Moscato Scrapona ha raggiunto anche tavole importanti, decisamente Vip : nel 2015, al pranzo offerto dal segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon a capi di stato e di governo, tra i quali l’allora presidente degli Stati Uniti Barack Obama, era abbinato ad un dolce a base di mousse al cioccolato e fragole.

Danilo Poggio