Novara corsisti in visita alla Cantina Francesco Brigatti di Suno

Nella mattina si sabato 4 Maggio la Sezione di Novara ha coinvolto i partecipanti al corso per  assaggiatori di I° livello a una visita guidata in cantina, è stata scelta l’azienda Brigatti di Suno (NO), una realtà del territorio delle Colline Novaresi, attenta a utilizzare il più possibile prodotti e sistemi non impattanti, pur non aderendo a processi di certificazione biologica.

A raccontarci di vinificazioni, affinamenti e tecniche di cantina è stato Francesco Brigatti Tecnico e docente ONAV, centrando l’obbiettivo della mattinata: l’ occasione per i corsisti di approfondire molti aspetti della coltivazione dell’uva e come questa possa diventare vino, seguendo le varie fasi produttive in cantina. Al termine della visita nella sala di degustazione della cantina molto caratteristica scavata nella roccia, Il delegato Graziano Caielli dopo aver ringraziato il dott. Francesco Brigatti per la sua disponibilità, ha invitato i partecipanti a un assaggio di prodotti del territorio (salumi e formaggi) accompagnati da alcuni vini dell’azienda ospitante.

L’Azienda Brigatti

L’attività dell’Azienda ha inizio ai primi del 900 quando Alessandro Brigatti, nonno dell’attuale titolare, incomincia ad affiancare alla coltivazione di cereali la coltivazione della vite. Sceglie come luogo ideale per impiantare i propri vigneti di una delle migliori colline del territorio: il MötZiflon, dove coltiva Nebbiolo, Vespolina e Uva rara, ovvero i tre vitigni rossi più tipici delle colline novaresi, dalle cui uve ottiene un vino affinato per venti mesi in botti di rovere e commercializzato nei paesi vicini. Nasce così il MötZiflon, da sempre il vino più rappresentativo dell’azienda, il cui nome significa letteralmente collina del canto degli uccelli. Alla fine degli anni 50 la seconda generazione dà la svolta decisiva all’azienda il figlio di Alessandro, Luciano amplia i vigneti, cambia le forme di allevamento, introduce la pratica, a quei tempi pionieristica, della selezione delle uve nonché l’invecchiamento e l’imbottigliamento del vino.

Dal 1995 l’Azienda Agricola Brigatti è diretta da Francesco, enologo e agronomo, e mantiene una conduzione strettamente familiare. Dispone di sei ettari a vigneto coltivati secondo i criteri della lotta integrata nel rispetto dell’ambiente. La produzione annua è di circa 20.000 bottiglie. Tutte le uve vengono raccolte manualmente e trasportate in cantina per la pigiatura attraverso cassette. Oggi l’azienda può vantare oltre alla produzione dei classici Colline Novaresi Uva Rara “Selva lunga”, Colline Novaresi Bianco (Erbaluce) “Mottobello” e Colline Novaresi Nebbiolo “MötZiflon”, anche lo sviluppo di altri quattro vini di successo: i Colline Novaresi Vespolina “Maria”, Colline Novaresi Barbera “Campazzi”, Colline Novaresi Nebbiolo Mötfrei e dal 2009 il Ghemme docg “Oltre il bosco”

Graziano Caielli  testi, Zonca Maria Antonietta foto