ONAV Alessandria una giornata alle antiche cantine di Marchesi di Barolo

La Delegazione Provinciale Onav di Alessandria, guidata dal G.U.Cav. Lorenzo Marinello, Presidente Onorario Onav, ha fatto visita alle ” Antiche Cantine Marchesi di Barolo già Opera Pia “, della Famiglia Abbona.Alla partenza da Alessandria già si pregustava l’interesse per la giornata, che permetteva di toccare con mano quella che viene riconosciuta come l’Azienda traino per la valorizzazione del Barolo e di tutto il territorio a lui collegato.

Giunti a Barolo, come al solito, grande accoglienza da parte della Famiglia Abbona che delegava nelle persone di Chiara e Daniele l’accoglienza e la visita guidata. Dopo una presentazione delle origini, durante il passaggio nelle cantine storiche e di affinamento, ci è stata fornita una dettagliata spiegazione dei vari percorsi storici, dei vari processi di lavorazione del Barolo e curiosità varie sulle selezioni e strategie aziendali.

Successivamente si è passati alla parte che prevedeva il pranzo tipico Langarolo/Piemontese, che recitava il seguente menù accompagnato da una selezione della produzione aziendale: Vitello Tonnato e Langhe Arneis, Agnolotti al Plin e Barbera d’Alba 2016, Brasato al Barolo e Barolo del Comune di Barolo 2014 e Barolo Riserva 2010, Panna Cotta e Moscato d’Asti Zagara. Per ogni vino in abbinamento e degustazione ci è stata fornita una presentazione dettagliata che ha permesso a tutti i presenti di carpire dall’assaggio successivo, quelle note caratteristiche che ben si abbinavano ai piatti presentati.

A proposito, grandi complimenti alla cucina tutta nella persona dello Chef, perché quanto presentatoci è stato, da tutti giudicato di “Grande livello”. Insomma possiamo certamente asserire che è stata una giornata molto interessante dal punto di vista enologico e gastronomico, piacevole, che ha lasciato ai presenti grandi sensazioni e ricordi da riportare agli amici. Infine un ringraziamento di cuore alla Famiglia Abbona per l’accoglienza ricevuta e la piacevole giornata.

Enol. Gianluigi Corona