ONAV: gli appassionati del vino già pronti all’assaggio “sostenibile”

Sostenibilità e assaggio del vino: quale sarà il loro rapporto? A rispondere a questa domanda sarà Francesco Iacono, Direttore nazionale di ONAV, Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino, in occasione del convegno “Vino sostenibile: Going Glocal. verso una contaminazione incrociata, globale e locale”, organizzato nell’ambito della Milano Wine Week il prossimo 10 ottobre, a Palazzo Bovara Busca Benni.

Il tema della sostenibilità nel mondo del vino sarà affrontato durante il convegno, organizzato da FederDoc ed Equalitas, da tutte le diverse prospettive grazie agli interventi di rappresentanti politici, accademici e imprenditoriali, con l’obiettivo di sollecitare una cultura aziendale moderna da parte delle cantine italiane e dei mercati mondiali e di sottolineare l’importanza della certificazione della sostenibilità.

Per il mio intervento, mi è stato chiesto – afferma Francesco Iacono – di rispondere a una domanda tanto semplice quanto complessa nelle sue mille sfaccettature: che gusto ha la sostenibilità nel mondo del vino? Sicuramente un gusto che piace alle nuove generazioni che stanno facendo già le loro scelte, orientandosi verso vini e cantine che fanno della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente un baluardo, anche per esaudire le richieste del mercato odierno. Cambiano, anzi già sono iniziati a cambiare radicalmente, la mentalità e l’approccio al vino: oggi si osa molto di più rispetto al passato, orientando le proprie scelte verso prodotti meno convenzionali e scontati che tengono conto delle peculiarità del territorio e della sostenibilità, aprendo nuove prospettive per l’assaggio dei vini”.

Il congresso intende stimolare il dibattito sulla visione globale della sostenibilità e sull’importanza di certificarla, fornendo allo stesso tempo, la prospettiva locale delle aziende e dei territori coinvolti. Un evento che vede il coinvolgimento di personalità di spicco del mondo politico, industriale, imprenditoriale e accademico, legate alla produzione del vino. L’iniziativa è sostenuta da Equalitas, programma leader per la certificazione della sostenibilità nella filiera vitivinicola promosso da FederDoc, che insieme ad altri partner tecnici di alto profilo, incoraggia attivamente l’adozione di una cultura aziendale moderna e sostenibile da parte delle cantine italiane e dei mercati mondiali.

Orario: 9.30-13.00