Onav Milano: un tributo ai riesling di Raimond Prum

Grande serata, all’insegna del tutto esaurito, quella di martedì 23 febbraio 2016, organizzata da Onav Milano, per la degustazione dei famosi Riesling della Mosella prodotti da Raimond Prum e presentati da Vito Intini e dallo stesso produttore.

Terza serata italiana per Raimond Prum che, dopo Genova e Bergamo, ha affascinato il pubblico milanese, oltre che con la degustazione, anche con la storia dei suoi vigneti storici. Situati in zone di estrema pendenza intorno alle anse del fiume Mosella a 50 ° di latitudine nord e quindi ai margini della zona coltivabile a vitigno, dove la produzione di Riesling raggiunge un livello di vera eccellenza da tempo immemorabile. Già nel 1156 compare il nome della sua famiglia come produttrice di vini.

milano3Nella prima parte della sera il protagonista è stato proprio il terroir, caratterizzato da grandi masse laviche portate in superficie in maniera verticale, che hanno creato colline dai 350 ai 150 metri dalle caratteristiche diverse a causa della miscela di lava ed altri minerali presenti nella zona. Ferro, rame e idrocarburi si mescolano all’ardesia e mutano sia la miscela geologica del terreno sia la tipologia dei vini che si producono: l’ardesia blu, ricca di rame, produce vini di struttura e ricchi di fragranza, le ardesie nere e grigie con contenuti metallici e calcarei creano vini dai sentori raffinati ed eleganti, le ardesie rosse, di grande sostanza ferrosa, danno vita a vini speziati e con grande ricchezza aromatica.

milanoLe ardesie, in questo clima freddo, accumulano il calore del giorno e lo restituiscono ai vitigni, che un grande strato nebbioso nei pressi del fiume spesso si stende su tutta la zona ed è l’artefice della presenza della Botrytis. Grazie ai partciolari terrreni e alla presenza del fiume, le condizioni pedoclimatiche sono praticamente uniche e irripetibili. Un’area in cui il Riesling, vitigno di alta acidità e dalla maturazione lenta e tardiva, può godere dell’escursione termica e produrre vini di sostanza e di buon tenore glicerino, adattandosi perfettamente a queste non facili condizioni climatiche.

_DSC0043

Nella seconda parte della serata la degustazione dei vini prodotti da varie zone, di differenti annate e di diverse tipologie secondo la classificazione dei vini tedeschi:

Bernkasteler Graben, Riesling Kabinett trocken 1994, dal colore dorato, con naso molto intenso e minerale e, data l’annata, con qualche sentore di idrocarburo; si tratta di un vino semplice che è maturato in fusti di legno e riposa sui lieviti per molti mesi e che si manifesta in bocca con un impatto secco e gradevole.

Un gran vino è definito il Vision Riesling Troken Mosel 2001, da uve dello stesso vigneto del precedente ma molto più complesso perché prodotto con fermentazione di due anni e giacitura sui lieviti di altri due anni. Si tratta di uno Spatlese con vendemmia lenta e vinificazione molto accurata, cui non viene aggiunto zucchero e che subisce un passaggio in botti da mille litri, tipiche di questa zona della Mosella.

Bernkasteler Lay “Grand Ley” Riesling GG trocken 2012 è dorato ed elegante al naso, con struttura armonica e buona persistenza, un bel vino di buona acidità.

Wehlener Sonnenuhr “Devon” Riesling GG trocken 2012 fa maturazione in acciaio ma che al naso offre una percezione olfattiva molto intensa ed evoluta con nota piacevole di frutti tropicali e in bocca manifesta un grande corpo ed una potente struttura.

Prodotto con uve provenienti da un vigneto storico del 1842 è Wehlener Sonnenuhr “Alte Reben” Riesling GG trocken 2004 che è un vino burroso sia all’olfatto che in bocca con grande nota minerale e lieve sentore di idrocarburi ottimo al palato, morbido e rotondo e di lunghissima persistenza.

Dello stesso vigneto il Wehlener Sonnenuhr “Alte Reben” Riesling GG trocken 2012, meno maturo e meno grasso ma sempre molto elegante, con sentori di pesca bianca e acidità quasi frizzante.

Graacher Dompropst Riesling Auslese Fass 7 2003 è un vino di annata caldissima creato da uve mature, un vino con una bella eleganza olfattiva e con marcate note zuccherine. Finale piacevole con sentori di nocciola e cioccolato.

Ürziger Würzgarten Riesling Auslese 2006 è prodotto con uve da un vigneto con ardesie rosse. Vino speziato, balsamico, complesso e ricco. Straordinario. Un vino che può migliorare e durare 50 anni.

Enrica Bozzo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.