ONAV Novara alla partenza il corso 2019 per aspiranti assaggiatori

Nella sede della CNA di Novara è iniziato il corso 2019 per aspiranti assaggiatori di vino organizzato dalla sezione di Novara dell’ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino). Il Delegato Graziano Caielli ha illustrato ai corsisti l’organizzazione dell’ONAV e lo scopo dei corsi per aspiranti assaggiatori che, dopo aver conseguito il diploma, potranno partecipare a commissioni di degustazione dei vini ed esprimere giudizi di qualità.

L’ONAV fu fondata ad Asti nel 1951 per iniziativa di quella Camera di Commercio e di personalità eminenti del mondo vinicolo del tempo. Prima fra tutte le organizzazioni per la degustazione dei vini (le associazioni dei sommelier sono nate molti anni dopo) è stata ed è rimasta l’unica ad avere come sola finalità la formazione di assaggiatori che specificamente degustano e giudicano i vini. L’8 luglio 1981 con DPR n.563 ha ottenuto riconoscimento giuridico. Le ragioni della sua nascita vanno ricercate nell’esigenza di rendere disponibile un corpo di assaggiatori specificamente preparati a svolgere l’impegnativa funzione di giudici del vino.

L’assaggiatore deve avere doti naturali, conoscenze tecniche e un continuo addestramento attraverso la partecipazione alle serate organizzate dalle varie sezioni provinciali. Per diventare “Assaggiatori di Vino” occorre frequentare l’apposito corso e superarne l’esame; successivamente basta pagare la quota d’iscrizione annuale all’Associazione. I corsisti di quest’anno sono diciassette, parteciperanno alle quindici lezioni programmate (una alla settimana) e avranno modo di degustare una sessantina di vini per esercitare i loro sensi al riconoscimento di pregi e difetti della bevanda alcolica più antica e apprezzata del genere umano, di cui l’Italia è leader di produzione, qualità e varietà.

Maria Antonietta Zonca