ONAV Nuoro Nepentes a Oliena il vino si mette in mostra

Si è svolta, nel mese di maggio, la prima edizione di “NEPENTES”. Un grosso successo di pubblico. Da tutta la Sardegna e dal resto dell’Italia sono giunti nel centro vinicolo barbaricino per gustare il rinomato Nepente di Oliena. Il Nepente di Oliena è un vino da vitigno cannonau, coltivato e vinificato solo nel territorio del comune omonimo, sottozona doc riconosciuta sin dalla istituzione della più ampia DOC Cannonau di Sardegna. Sottozona Nepente di Oliena che, appunto, restringe la DOC e valorizza un terroir unico come quello dell’omonimo comune della Barbagia.

“”” …io vi prometto di sacrificare alla vostra sete un boccione d’olente vino d’Oliena serbato da moltissimi anni in memoria della più vasta sbornia di cui sia stato io testimone e complice. Non conoscete il Nepente d’Oliena neppure per fama? Ahi, lasso! Io son certo che, se ne beveste un sorso, non vorreste mai più partirvi dall’ombra delle candide rupi…” così Gabriele d’Annunzio, nella sua celebre ode al Nepente, memore di un suo viaggio giovanile al paese di Oliena esprimeva il suo apprezzamento al vino locale, tanto da scrivere “ma in tutto la sbornia d’Oliena fu quadriurna.

Nepentes è stato un evento voluto fortemente dall’amministrazione locale e dalle associazioni del settore che hanno collaborato, per dare il giusto risalto alla produzione locale, ad un vino che rappresenta una delle eccellenze della Sardegna.

Tutte le cantine locali riunite nei locali del nuovo Museo del vino appena inaugurato, si sono messe in mostra offrendo in degustazione ai visitatori i loro vini. Vini che non hanno deluso affatto e che hanno contribuito al successo della manifestazione. Per le vie del centro storico, nelle “cortes” delle abitazioni padronali, i contadini del territorio, accuratamente selezionati dalle commissioni di degustazione, hanno partecipato alla kermesse con le degustazioni dei vini prodotti secondo le antiche tradizioni.

Il programma prevedeva anche le degustazioni guidate. Grande successo hanno riscosso gli assaggi guidati dalla Sezione ONAV di Nuoro, che dopo un viaggio nella cultura, nella storia e in alcune curiosità inerenti il Nepente di Oliena ha guidato gli appassionati alla scoperta di 6 vini di altrettanti produttori.

L’appuntamento è per l’edizione di Nepentes 2020.

Ecco i vini in degustazione:

S’INCONTRU” Nepente di Oliena – Cantina Vignaioli Oliena

In degustazione abbiamo avuto in anteprima l’annata 2017 ed è ci ha piacevolmente sorpreso. Un Nepente giovane, agile. Bel rosso rubino. Ottima finezza dei profumi, frutti di bosco ma anche macchia mediterranea e sentori di tabacco in lontananza. In bocca è piacevolmente fresco con una buona spalla acida e un tannino per niente ingombrante. Chiude lungo, succoso e fruttato.

VOSTE’ ” Nepente di Oliena – IoLei Winery:

Nome che evoca rispetto e nobiltà per questo giovane Nepente. Colore rubino molto vivace non molto carico, come si richiede ad un perfetto Cannonau. Di Nepente parliamo ed ecco che si rivela nel bicchiere. Eleganza al naso. Frutti rossi molto fini, macchia mediterranea, erbe aromatiche molto intense. Perfettamente coerente in bocca. Mora, ciliegia, lampone e potrei andare avanti per ore. Di una piacevole freschezza e sapidità che richiama subito il bicchiere successivo.

BOINAGLIOS” Nepente di Oliena – Cantina Boinaglios Ledda Fele

In degustazione Anno 2012. 7 anni e non sentirli. Rosso rubino intenso. Naso pieno, fine e potente. Un corredo olfattivo completo che arriva agli aromi terziari con molta agilità e facilmente distinguibile. In bocca c’è tutta la potenza di questo vino. Pieno, asciutto con un tannino vellutato. Al secondo sorso la frutta lascia spazio alla macchia mediterranea, al tabacco e alla liquirizia. Persistenza lunghissima e vinosa.

OLIENA” Nepente di Oliena Classico – Cantina Gostolai

Il primo “Classico” in degustazione è questo 2013. Rosso rubino carico. Deve sostare un po’ nel bicchiere per sprigionare le sue potenzialità. Fruttato al naso con profumi di mora, lamponi, erbe aromatiche con il timo a spiccare. In bocca è impegnativo, vinoso e pieno. Morbido, vellutato e con po’ di acidità che non guasta. Note balsamiche a chiudere che la sciano il palato appagato.

CARROS” Nepente di Oliena Classico – Cantina F.lli Puddu

Un Nepente classico e storico come evoca il suo nome. Annata 2014. Il bicchiere viene avvolto dalla complessità di questo vino. La vinificazione attenta ne preserva tutto il frutto. Naso intenso e complesso. Presenti anche lievi sentori floreali, note speziate, legnose, balsamiche. Vengono richiamati al naso la radice di liquirizia e il tabacco. In bocca è morbido, caldo, corposo e dotato anche di una buona spalla acida. Di ottima e piacevole persistenza.

IRILAI” Nepente di Oliena Classico – Cantina Oliena

Altro nome di storia e tradizione. Tradizione preservata in questo vino. Rosso rubino intenso. Mirto al naso ma anche frutti rossi, tabacco, macchia mediterranea, spezie nobili, frutta sotto spirito, sentori balsamici. C’è struttura e si sente in bocca. Corposo, succoso, pieno. Morbidezza contrastata da una buona freschezza, con tannini morbidi e dove non manca un pizzico di sapidità che accompagna la beva di questo vino. Chiude lungo e persistente.

Pierluigi Nieddu