Premio Collio sedicesima edizione al Castello di Spessa

Nella splendida cornice del  Castello di Spessa in Capriva del Friuli venerdi 31 maggio scorso sono stati consegnati i Premi Collio 2019.
Al Castello di Spessa è stato assegnato il 16°  Premio Collio,  a studenti  e  giornalisti  che si sono distinti nella promozione del territorio in generale e del Collio in particolare. I vincitori sono state le cormonesi Francesca Pulz ( Assaggiatrice  ONAV) e  Micol Tami della Rovere; poi  Giulia Tarquini per la miglior tesi di dottorato di ricerca, Marco Buemi, per il miglior articolo giornalistico/servizio radiotelevisivo italiano e Carlo Macchi per il miglior articolo giornalistico italiano.

La giuria, presieduta  dal giornalista Stefano Cosma, era composta dal professor Rino Gubbiani del corso di laurea magistrale in Viticoltura, enologia e mercati vitivinicoli dell’Università di Udine, dal direttore accademico dell’area Wine Business di Mib School of Management di Trieste Francesco Venier, dal presidente dell’associazione regionale dei Giornalisti agricoli, agroalimentari, ambientali e del territorio del Friuli Venezia Giulia (ARGA)  Carlo Morandini  e dal consigliere del Consorzio Collio Giordano Figelj.

Il Premio Collio è  nato nel 2003 in onore del Conte Sigismondo Douglas Attems di Petzenstein, (primo indimenticato presidente dal 1964 per 35 anni consecutivi ) voluto dal Consorzio DOC  in collaborazione con la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Udine, il Mib School of Management e l’Arga Friuli Venezia Giulia. Tra le novità del 2019  anche un corso di mobile content creation. In questo caso la giuria composta da Bruno Pizzul, Matteo Oleotto e Steven Quinn ha scelto di premiare Gianpaolo Polesini e Alessandro Bonfanti.

Claudio Fabbro