Soave Terroir: un libro per raccontare il Soave

Si chiama Soave Terroir l’innovativo progetto multimediale del Consorzio Tutela Vino Soave attivato nel 2020 dopo l’inserimento ufficiale delle 33 Unità Geografiche Aggiuntive nel disciplinare di Produzione.

Il progetto, di ampio respiro, si sviluppa sia on line che off line e ha preso vita dall’esigenza di comunicare a un pubblico più vasto possibile la rivoluzione del sistema Soave, coinvolgendo nel racconto sia i produttori che tutti gli esperti che negli anni hanno affiancato il Consorzio nello studio del territorio.

Questo lavoro si sviluppa a partire dal nuovo volume edito dal Consorzio del Soave con il sostegno della Fondazione Banca Popolare di Verona (Banco BPM). Il libro raccoglie 20 anni di studi effettuati dal Consorzio sui territori e i vini del comprensorio del Soave, che sono stati propedeutici al riconoscimento nel disciplinare di produzione delle 33 Unità Geografiche aggiuntive, aprendo così un nuovo capitolo nella storia moderna del Soave.

La conoscenza di un territorio, la lettura della sua vera anima non è un lavoro che si conclude solo con ciò che si vede con gli occhi attraverso uno sguardo fugace ma è bensì un profondo studio di tutto ciò che lo compone, del perché delle cose, in un contesto in cui ogni cosa è collegata a un’altra. Nasce da questo presupposto il libro Soave Terroir. Un’opera omnia, corale, scritta a più mani da vari autori che hanno potuto conoscere il Soave nel suo profondo, trovando chiavi di lettura sempre nuove per un territorio dalle mille sfaccettature. Il libro è stato tradotto sia in inglese che in giapponese, per essere presentato anche nei mercati di riferimento del Soave.

Dal libro è partito un progetto video dove i produttori delle Unità Geografiche rivendicate nell’anno 2019, ne descrivono le peculiarità attraverso il racconto dei propri vigneti e vini. I video continuano con le Soave Pills, dove i contenuti del libro sono estrapolati e animati con una grafica giovane e fresca per parlare al pubblico dei social in maniera innovativa. Questi video verranno caricati sul nuovo sito del Soave www.ilsoave.com e utilizzati nei canali social per presentare e raccontare il libro.