Vino, Pizza e….Tanti Auguri con ONAV Monza

E pizza sia! Anche ad Onav Monza per brindare al Natale, è stata organizzata una serata presso il Ristorante-Pizzeria Villa Reale, con menù a base di pizze.Dopo gli antipasti vari, le pizze proposte erano davvero di vario tipo: Bianca, con olio d’oliva, rosmarino e sale; Margherita con pomodoro, mozzarella e basilico; Marinara con pomodoro, aglio e origano; Diavola con pomodoro, mozzarella e salame piccante; Quattro formaggi con mozzarella, parmigiano, gorgonzola e provola ecc  ecc.  Tutti noi conosciamo le innumerevoli varietà che oggi si possono richiedere; ma, a questo punto è iniziato il gioco/quesito: “Ma con quale vino si abbina la pizza?”

Tutti i partecipanti erano stati invitati a portare una bottiglia di vino che potesse ritenersi adatto al menù, per poi valutare insieme l’abbinamento migliore. Quindi pizze di tipi e sapori diversi e tantissimi vini da ogni parte della penisola. Con la pizza, si sa, si apre un vero e proprio mondo vitivinicolo, perché la base della pasta può essere guarnita da una quantità enorme di ingredienti diversi. Difficile, quindi, suggerire qualche vino in grado di esaltare sempre e comunque il sapore della pizza, difficile la ricerca dell’equilibrio gustativo. Basti pensare che, se scegliamo una pizza a base rossa dove l’ingrediente comune è il pomodoro, avremo una certa tendenza acida la quale non deve essere ulteriormente accentuata dal vino, ma nemmeno soffocata con espressioni troppo cariche di alcol o tannino. Con quelle, poi, che sono guarnite con ingredienti complessi e saporiti, possiamo azzardare vini più strutturati, anche rossi di maggiore consistenza.

Certamente per le pizze a base bianca con grandi quantità di mozzarella, formaggi e altri latticini e, quindi, con caratteristica predominante di tendenza dolce e grassezza, è migliore l’abbinamento con un vino che “pulisca” la bocca, grazie ad una buona acidità e freschezza; ottime le bollicine, quindi, sia sotto forma di Metodo Classico che di Valdobbiadene millesimato o a base Pinot Nero. Proprio per questo motivo erano in bella mostra sul lungo tavolo conviviale ottimi vini di diverse regioni d’Italia, a partire dal Lambrusco emiliano al Cerasuolo d’Abruzzo, dall’Albarossa Rosato al Lagrein altoatesino; per i bianchi fermi, dallo Chardonnay al Sauvignon, dal Vermentino di Gallura al Furore di Marisa Cuomo; per gli spumanti, dal Foss Marai al Prosecco Superiore di Asolo, dal Franciacorta Rosè al Ferrari Riserva Lunelli, per citarne solo alcuni.

Ma, come afferma la delegata Onav di Monza, Daniela Guiducci – ” Un vino che si può definire adatto a molti tipi di pizza ed appagante sia dal punto di vista estetico che gustativo è certamente il Rosato; i vini rosati stanno piacendo moltissimo, sia tranquilli che  con bollicine e sono ora i vini più gastronomici che si producono in Italia, non solo in Italia ma soprattutto in Italia. In particolare le Puglie stanno creando dei vini meravigliosi che fanno davvero la differenza.”

La serata si conclude con il taglio di una magnifica torta targata Onav Monza e con un brindisi di auguri per tutti in una atmosfera festosa e piacevolissima.

Enrica Bozzo