Go Wine, in degustazione a Milano Barolo, Barbaresco e Roero

Si dovrebbe affermare, in realtà, che il protagonista dell’evento è stato il Nebbiolo, alla base dei grandi vini prodotti nelle Langhe e nel Roero, uno dei vitigni piemontesi con le radici più lunghe, che arrivano quasi ai 7 metri di lunghezza e che, proprio per questo motivo, hanno una migliore capacità di assorbire le particolari caratteristiche del terreno, attingendo da ogni diversa stratificazione una particolare proprietà del luogo di provenienza. Vini da terroir di eccellenza, di qualità riconosciuta in tutto il mondo: Langhe, Roero e Monferrato costituiscono una terra proclamata Patrimonio mondiale dell’umanità dal comitato dell’Unesco.

Organizzata da Go Wine, presso l’Hotel Michelangelo a Milano, la degustazione di grandi vini DOCG delle Langhe: il Barolo, il Barbaresco, il Diano d’Alba, il Dogliani e il Roero.

Nutrito il numero dei produttori presenti alla degustazione:

Adriano Marco e Vittorio – Alba; Claudio Alario – Diano d’Alba; Barale Fratelli – Barolo; Batasiolo Vini – La Morra; Bel Colle – Verduno; Bera – Neviglie; Enzo Boglietti – La Morra; Az.Agr.Silvano Bolmida – Monforte d’Alba; Fratelli Serio & Battista Borgogno – Barolo; Bretta Rossa– Tagliolo Monferrato; Bric Castelvej- Canale; Azienda Agricola Bric Cenciurio – Barolo; Bricco Maiolica – Diano d’Alba; Bussia Soprana – Monforte d’Alba; Cantina Del Nebbiolo – Vezza d’Alba; Cascina Alberta – Treiso; Cascina Ballarin – La Morra; Cascina Ciapat – Montaldo Roero; Franco Conterno – Cascina Sciulun – Monforte d’Alba; Dosio – La Morra; L”Astemia Pentita – Barolo; Az. Agr Lano Gianluigi – Alba; La Biòca – Serralunga d’Alba; Le Strette – Novello; Cantine Marchesi di Barolo – Barolo; Marchesi Di Gresy – Barbaresco; E. Molino – La Morra; Montalbera Terra del Ruchè – Castagnole Monferrato; Diego Morra – Verduno; Angelo Negro e figli – Monteu Roero; Cantina Palladino – Serralunga d’Alba; Piazzo Comm. Armando – Alba; Poderi Gianni Gagliardo – La Morra; Maurizio Ponchione – Govone; Prunotto – Alba; Revello Carlo & figli – La Morra; Rinaldi Francesco & Figli – Alba; Rizieri Azienda Vitivinicola – Diano d’Alba; Sordo Vini – Castiglione Falletto; Tenuta Carretta – Piobesi d’Alba ; Tenuta San Mauro – Castagnole delle Lanze; Cascina Val del prete – Priocca; Vajra – Barolo; Valdinera Azienda Agricola – Corneliano d’Alba; Veglio Mauri – La Morra; Giacomo Vico- Canale; Virna Borgogno – Barolo; Voerzio Martini – la Morra.

Se tutti i vini in degustazione potevano definirsi di interesse, una citazione particolare meritano, a mio avviso, i Baroli della Cantina Palladino di Serralunga d’Alba, località di Langa orientale, dal terroir importante. Se tutta la storia geologica delle Langhe è in generale molto antica, iniziata 130 milioni di anni fa, quando l’intera zona costituiva il mare Padano, quella di Serralunga, Monforte e Castiglione Falletto è la più antica in assoluto, risalente al periodo Elveziano e da quei terroir si producono i vini più significativi del territorio, vini sapidi, austeri e longevi.

In degustazione l’annata 2013, annata complessa con un inverno caldo e asciutto, sia per il Barolo Parafada profumato e complesso, balsamico e floreale che per il Barolo Ornato, intenso con sentori di frutti rossi, chiodi di garofano e cannella: due vini assolutamente diversi, con diverso processo di vinificazione ma di grande intensità. Degno di menzione il Barbaresco Rabajà Riserva 2012 dell’Azienda Bera di Neviglie, cantina di tradizione secolare, dai profumi di viola, spezie e vaniglia e che, in bocca, mostra una bella tannicità e un buon equilibrio. Da citare anche Diego Morra per il Barolo Monvigliero 2012 da uve di un crù storico con grande ricchezza olfattiva e sentori gradevolmente speziati.

Ancora l’Azienda Vajra che ha portato in degustazione il Bricco delle Viole 2014, da vigne vecchie su terreno argilloso situate in un crù di Barolo, vino di grande ricchezza olfattiva e con tannini morbidi e setosi.Infine il Barolo Bussia 2013 di Silvano Bolmida un enologo-vignaiolo che con passione racconta i suoi vini, frutto del grande terroir della Bussia di Monforte.

Enrica Bozzo

55 thoughts on “Go Wine, in degustazione a Milano Barolo, Barbaresco e Roero”

  1. Pingback: viagra pill
  2. Pingback: coupon for cialis
  3. Pingback: viagra for sale
  4. Pingback: viagra generic
  5. Pingback: best otc ed pills
  6. Pingback: online pharmacy
  7. Pingback: canadian pharmacy
  8. Pingback: cialis online
  9. Pingback: vardenafil 10 mg
  10. Pingback: levitra 20mg
  11. Pingback: levitra generic
  12. Pingback: casino online usa
  13. Pingback: what is sildenafil
  14. Pingback: pay day loans
  15. Pingback: quick cash loans
  16. Pingback: cash loan
  17. Pingback: viagra for sale
  18. Pingback: generic for cialis
  19. Pingback: 5 mg cialis
  20. Pingback: cialis to buy
  21. Pingback: cialis 20
  22. Pingback: cialis generic
  23. Pingback: online gambling
  24. Pingback: online slots
  25. Pingback: buy generic viagra
  26. Pingback: generic viagra
  27. Pingback: cialis 10mg
  28. Pingback: buy viagra pills
  29. Pingback: brand viagra
  30. Pingback: buy cialis generic
  31. Pingback: sildenafil
  32. Pingback: buy viagra on line
  33. Pingback: cialis buy cialis
  34. Pingback: slots real money
  35. Pingback: free slots online

Comments are closed.