L’omaggio al Pignoletto della Cantina Valsamoggia di Enrico Dicò

Due etichette a edizione limitata, un omaggio allo storico legame tra Bologna e la Pop Art e il desiderio di voler interpretare lo spirito delle generazioni più giovani attraverso un linguaggio universale come quello immortalato dall’artista Enrico Dicò.

Il nuovo Pignoletto DOC Spumante Brut “Ricordo di San Luca” della Cantina di Valsamoggia, commercializzato da poco, ha deciso di vestirsi anche con due etichette di grande impatto, grazie all’incontro con uno dei grandi interpreti contemporanei della Pop Art. “Abbiamo avuto la fortuna di poter avviare un percorso di collaborazione con l’artista romano Enrico Dicò, che ha trovato particolarmente stimolante la rinascita e trasformazione che questa storica cantina sta da tempo intraprendendo” spiega Carlo Piccinini, vicepresidente della Cantina di Carpi e Sorbara, che nel 2014 ha rilevato la cooperativa situata nell’omonima località in provincia di Bologna.

Nelle due etichette scelte per vestire il nuovo Pignoletto della Cantina Valsamoggia, l’arte figurativa di Dicò attinge sia dal mondo Comics con The Joker, che da quello del cinema con l’universale volto di Marylin: due icone pop che consentono ad uno spumante particolarmente territoriale come quello che nasce sui Colli Bolognesi di proporsi attraverso un linguaggio intergenerazionale.

“Penso che l’espressione artistica non sia più da intendere, ormai, in modo univoco e tradizionale – spiega l’artista –. Il vino può sicuramente rappresentare una forma d’arte, un’espressione dell’opera dell’uomo, frutto di tecnica e lavoro manuale così come di intuizione e forza intellettuale. L’uomo è capace di creare valore dai frutti della terra, trasformando ed elevando l’atto agricolo e il successivo lavoro in cantina in un atto artistico”.