Scatto di Vino: il vino si mette in posa

Nei mesi scorsi ci siamo ritrovati improvvisamente ad affrontare una situazione molto delicata causata dall’ ormai noto Covid-19.

E in un attimo tutto si è arrestato, senza nemmeno concederci la possibilità di capire cosa ci stava aspettando. E’ stato un periodo che ha sicuramente modificato il nostro modo di vivere, ma per molti è stata occasione di riflessione e di ideazione di nuovi progetti.

Lo stesso è valso anche per ONAV che fin da inizio quarantena si è posta l’obiettivo di interagire con gli appassionati del mondo vitivinicolo, attraverso corsi ed attività studiati in formula “virtuale” standogli vicino nonostante la distanza. E’ nato così Scattodivino, contest concepito dall’associazione per raccontare il vino per immagini e arricchire l’archivio dell’associazione al fine di realizzare una raccolta di fotografie.

Perché non farlo coinvolgendo anche i soci? Sicuramente ognuno di noi assaggiatori ha a disposizione scatti in cui è presente il vino, un bicchiere, la divisa oppure il logo di ONAV, elementi che hanno adornato i nostri momenti di spensieratezza e formazione per tutti questi anni. Scattodivino è stata anche l’occasione per inaugurare il profilo Instagram Onavnazionale, arrivando in breve tempo a possedere circa 5000 followers.

Ad ONAV sono giunte circa 153 foto, provenienti da soci di più di 30 sezioni, che si sono scontrate a suon di “like” nelle 10 giornate di selezione prima di arrivare ai vincitori definitivi. Le trenta foto vincitrici del primo turno, entrate a far parte degli archivi fotografici ONAV, sono state poi poste al vaglio della Commissione interna al Consiglio Nazionale, coordinata dalla vicepresidente Teresa Bordin.

Questa giuria competente ha decretato i vincitori finali: Salvatore Di Pietro al terzo posto con “ Nunc vino pellite curas: affogate nel vino gli affanni” premiato per l’interazione tra arte, storia e vino. Al secondo posto Anna Bertolli che con “momenti divini da trascorrere insieme” è riuscita a realizzare una suggestione fra vino e paesaggio utilizzando colori a contrasto. Infine il primo posto assegnato a Gianluca Palazzo con “Riflessi di Vino”, uno scatto in perfetta armonia con l’essenza di ONAV, tra vino e degustazione.

Ecco le loro testimonianze:

Salvatore Di Pietro – Terzo posto. Ho partecipato al contest perché mi piace tutto ciò che ruota intorno al mondo dei vini di alta qualità. Amo la natura e la fotografia e mi cimento nella produzione di vino per usi familiari. Ho trovato l’iniziativa ottima in un periodo di fermo totale, mi sono trovato coinvolto in un’attività associativa in cui credo molto. Infatti pur non facendo parte del gruppo dirigente di ONAV, partecipo attivamente con spirito di servizio a quasi tutte le iniziative e, in occasione di quest’ultima, ho fatto conoscere l’ONAV a tante persone che prima non ne avevano conoscenza.”

Anna Bertolli – Secondo posto.  Per quanto mi riguarda il contest è stato un momento di svago e creatività durante la quarantena.Con l’aiuto di mia figlia Francesca e con molto tempo a disposizione ho partecipato con grande felicità e naturalezza.”

Gianluca Palazzo– Primo posto.  Da delegato provinciale di una sezione ONAV mi sono sentito coinvolto fin da subito in questa bella iniziativa lanciata dalla nostra segreteria nazionale, soprattutto in un periodo così delicato a causa del COVID-19. L’idea di divertirsi attraverso un contest con finalità giocose e, soprattutto, il fatto di mettere in “vetrina” la nuova pagina INSTAGRAM mi ha messo subito alla ricerca di uno scatto, tra i tanti della nostra sezione, che potesse racchiudere in sé la “degustazione del vino”. Lo scatto originale è stato eseguito dal tesoriere provinciale Fabio Omodei, con cui divido la vittoria, rielaborato con alcuni filtri da me ha permesso inaspettatamente di vincere il gioco. Una bella soddisfazione!

Miriam Ardigò