Smart Manager dell’Enoturismo: una nuova opportunità di lavoro…nel campo del Vino

In una giornata veramente estiva, si chiude il I° anno del nuovissimo e primo in Italia Corso di “Smart Manager dell’Enoturismo”, con intervento UE, partnership con Università Cattolica ed ONAV.Autore di questa nuova apertura verso il multiforme mondo del Vino è l’Academia Symposium situata nel Convento dei Frati minori Francescani a Saiano (BS), arroccato sulle colline della Franciacorta, dal 1589.

Questo splendido esempio di costruzione dell’epoca con patii e colonnati, dopo aver ospitato i Terziari Francescani, essere stato chiuso per soppressione dalla Repubblica di Venezia e riaperto dal 1841, quando un santo bresciano Ludovico Pavoni, lo acquistò per le sue opere verso la gioventù, creando La Pavoniana, continua da allora la sua formazione educativa e cristiana…

Fra i molti richiedenti, solo venti hanno potuto partecipare al Corso. Criteri di scelta molto severi, fra cui gli studi superiori effettuati, la conoscenza di lingue straniere, le attitudini personali fra cui la di voglia di fare, di porsi in gioco, senza se e senza ma. Con loro grande soddisfazione ed orgoglio, hanno chiuso il primo anno di Corso nella cantina Fratelli Berlucchi. Molto soddisfatti del percorso formativo, ritenuto di alto livello; lezioni tecniche scientifiche tenute dall’ONAV; lezioni di scienze agrarie ed enologiche; lezioni di marketing ed economia.

Dopo una breve visita alla Cantina ed un veloce ripasso sul metodo Franciacorta, sorridenti e festosi hanno assistito con interesse vivo all’ excursus storico sulla storia del Vino, tenuta dalle Vicepresidenti ONAV Pia Donata Berlucchi e Teresa Bordin.

Hanno ascoltato con grande silenzio e grande interesse, prima la relazione della Vicepresidente Pia Donata Berlucchi, che ha presentato la storia vinicola della Franciacorta, dai grafiti di Capo di Ponte in Val Camonica ad oggi, e poi, quella della Vicepresidente Teresa Bordin, che ha raccontato la storia del vino nel mondo dalle prime testimonianze alla crisi della viticolutura causa fillossera, illustrando come la vite si sia diffusa dalla Mesopotamia al bacino Mediterraneo e quindi all’intero Pianeta.

Nel loro futuro, i giovani presenti vedono l’enoturismo, forti del fatto che nel 2019 l’Italia ha visto 14 milioni di turisti muovendo un valore superiore ai 2,5 miliardi di Euro. Turisti che sono alla ricerca di un’esperienza completa, non solo visite alle città d’Arte e ai Musei, ma anche natura e percorsi enogastronomici che raccontino il territorio da un punto di vista diverso.

In questo le aziende vitivinicole possono e devono essre protagoniste. Necessitano, però, di personale preparato e qualificato, capace di illustrare non solo i metodi produttivi ed i prodotti dell’Azienda, ma anche e soprattutto di calarli nel territorio di appartenenza, in quanto espressione dello stesso.

Brindisi finale con la consigliera Reg. Lombardia Claudia Carzeri

Storia, tradizioni, oltre alle tecniche enologiche costituiscono sempre di più le basi per la promozione e la valorizzazione del prodotto Vino. La preparazione che l’Academia Symposium ha dato loro, richiederà capacità di comunicare e di relazionarsi con persone di diversa estrazione sia culturale che sociale e di essere in grado di veicolare il messaggio in maniera sempre diversa, ma sempre puntuale e completa.

La loro preparazione, forte di due esperienze all’estero, il Diploma di Tecnico Superiore ed Esperto Assaggiatore ONAV, ha anche l’opportunità di accrescersi, visto che potrebbero accedere al terzo anno di Facoltà Agraria presso l’Università Cattolica. Il Direttore dell’Academia, il dott. Giacomo Finotto, racconta, con grande soddisfazione, che per il prossimo anno ha già ricevuto 120 richieste su 25 posti. Un bel successo per l’Academia Symposium! Una considerazione: quando le cose si fanno bene, con proprietà ed entusiasmo, il risultato, di solito, arriva!

Si chiude la lunga mattinata con un brindisi augurale di Franciacorta e stuzzichini di prodotti locali, il tutto nel rigoroso rispetto delle norme di sicurezza contro il Covid 19. Bella e sincera allegria, insieme a giovani amanti di Studio ed Impegno, mentre dagli affreschi rinascimentali della cantina le figure sorridono con complice affetto e simpatia.

Pia Donata Berlucchi e Teresa Bordin, vicepresidenti nazionali ONAV