Vale un Assaggio: Salina Rosato IGP 2019 Cantine Colosi

Tra i profumi della macchia mediterranea e le vedute mozzafiato, adagiati su terrazzamenti suggestivi, la famiglia Colosi coltiva i suoi vigneti e produce vini unici che raccontano il mitico mondo di Salina e della Sicilia.

Salina, piccola isola dell’arcipelago delle Eolie è una terra altamente vocata alla coltivazione della vite. Le Eolie o Lipari, a nord Ovest della Sicilia, sono un luogo mitico, dove gli antichi (Odissea) pensavano fossero la dimora di Eolo, il re dei venti.

La viticoltura alle Eolie risale al IV sec. a. C., lo testimoniano diverse monete romane con inciso un grappolo d’uva. Si pensa che il vino più famoso delle Lipari, la Malvasia, fosse però arrivato grazie ai mercanti greci, perché ha uno stretto legame con la Malvasia dell’Isola di Creta, prodotta a Cnosso.

Le giare in terracotta diffuse a Creta, sono state trovate anche a Lipari. Quanto alle pratiche di coltivazione si riscontrano tratti in comune tra le Lipari, Creta e Pantelleria: le viti erano coltivate basse e l’uva era esposta al sole subito dopo la vendemmia e poi messa all’ombra prima di essere pigiata.

Viticoltura eroica e biologica

Cantine Colosi, con i loro 10 ettari di vigneto compresi tra Capo Faro e Porri, è fra i produttori più rappresentativi dell’isola di Salina. La zona è considerata tra le migliori sia per l’esposizione che per la natura chimico-fisica del terreno di origine vulcanica. L’impianto dei vigneti è stato realizzato a terrazze ripristinando i vecchi muri a secco e comprende i vitigni tipici della viticoltura isolana mediterranea: Corinto Nero, Nerello Cappuccio, Nerello Mascalese, Inzolia, Catarratto e Malvasia. Quest’ultimo, senza dubbio, rappresenta il vitigno principe di tutta la produzione enoica del territorio e dell’azienda Colosi.

I prodotti Colosi sono vini di qualità concepiti attraverso processi a basso impatto ambientale in vigna, dove viene evitato l’utilizzo di sostanze chimiche e di sintesi che possono intaccare o danneggiare la pianta e privilegiato l’impiego di elementi naturali come zolfo e rame.

Nel 2020 si è completato il processo di riconversione al biologico di tutti i vigneti: un percorso intrapreso dall’azienda a tutela di un contesto naturale così particolare come quello delle isole Eolie, e che valorizza al contempo la qualità dei vini esaltandone la tipicità. Nel 2021 tutta la linea Salina sarà convertita a Biologico.

In cantina l’obiettivo è quello di mantenere inalterati i profumi ed i sapori autentici delle uve. La cantina di vinificazione Colosi è letteralmente immersa nei vigneti, parzialmente interrata al fine di rispettare le rigide normative che tutelano il territorio e l’ambiente paesaggistico dell’arcipelago eoliano. Tale ubicazione consente di mantenere una temperatura costante, idonea all’ottimale conservazione dei vini.

Colosi elabora esclusivamente vini da vitigni tradizionali e autoctoni, tipici non solo dell’arcipelago eoliano ma anche del territorio siciliano, per questo si avvale di contratti ventennali con selezionati produttori siciliani (superfici che coprono oltre 35 ettari di vigneti a Marsala (TP) per i bianchi: Grillo, Insolia, Cataratto e Zibibbo; e oltre 55 tra Mazara (TP) e Riesi (CL) per i rossi: Nero D’Avola, Nerello Cappuccio, Nerello Mascalese). Nel rispetto della millenaria tradizione enologica delle Isole Eolie dai pregiati grappoli di Malvasia e Corinto Nero nasce il vino più rappresentativo del territorio, definito fin dall’antichità “nettare degli dei”: il Malvasia dolce, un’ eccellente vino da dessert.

Come altri vignaioli anche Colosi nel 2020 ha dovuto affrontare un mercato condizionato dalla pandemia, che non ha risparmiato soprattutto i produttori che si dedicano a posizionare i propri vini in Horeca.

Per questo Cantine Colosi ha inaugurato una piattaforma di vendita di e-commerce, affiancandola a portali di vendita come Tannico; Vino75 e Wineshop, https://www.cantinecolosi.it/site/index.php/stores/

Salina Rosato IGP 2019 Cantine Colosi

Ottenuto da uve Corinto Nero e Nerello Mascalese, raccolte in Località Porri-Malfa-Salina, in vigneti coltivati a Guyot. Raccoglie in sé tutte le caratteristiche del territorio e del suolo vulcanico. Si distingue per la spiccata mineralità e per la sua freschezza.

L’Assaggio

Il colore rosa corallo acceso, affascina nella bella bottiglia, studiata per far risaltare il prodotto. Intrigante bouquet floreale di rosa selvatica con i sentori tipici della macchia mediterranea e note agrumate di pompelmo rosa. Molto fresco al palato, l’ottima sapidità e la nota minerale invogliano ad un successivo Assaggio.

Gradazione alcolica: 13 % vol.

Temperatura di servizio: 10-12°C.

Calice consigliato: tulipano ampio

Abbinamento

Ottimo con antipasti di pesce, insalate di mare, baccalà e primi piatti a base di carni bianche. E’ decisamente un buon abbinamento con pizze rosse gustose ed intriganti. 

Cantine Colosi, Via Nazionale, 80, 98050 Malfa, Salina (ME) – Isole Eolie – https://www.cantinecolosi.it