Vino al vino: Bertinoro celebra l’Albana

È un vero e proprio omaggio al vitigno a bacca bianca per eccellenza della Romagna la due giorni di “Vino al Vino” in programma a Bertinoro sabato 10 e domenica 11 ottobre. Unico il contenitore nel centro storico della cittadina, due gli eventi per la regia di Ais Romagna, Comune di Bertinoro, Consorzio Vini di Romagna, Consorzio Vini di Bertinoro: Master dell’Albana e Albana Dèi.

Protagonista è l’Albana prima Docg d’Italia di un vino bianco nell’anno di grazia 1987, vino che ha cancellato lo stereotipo di ‘vino dolce da accompagnare alla ciambella’ a fine pasto. Oggi lo possiamo collocare a buon diritto nell’Olimpo dei grandi ‘bianchi’ italiani, grazie al grande lavoro di tanti produttori eccellenti del territorio, che hanno saputo offrire al mercato prodotti di altissima qualità e piacevolezza, sia nella versione secco che in quelle passito e spumante, fino all’ultima frontiera della macerazione in anfora.

Il Master Romagna Albana

Giunto alla quarta edizione mette a confronto 14 sommelier degustatori (la scorsa edizione erano 10) da quattro regioni d’Italia. L’evento sarà anticipato sabato 10 ottobre 19.30 da una cena nella Rocca a cura di Ais Romagna dal significativo titolo “Aspettando il Master”.

Albana Dèi.

Evento itinerante organizzato dal Consorzio vini di Romagna per valorizzare l’Albana, il primo appuntamento sarà proprio a Bertinoro. Tre i momenti di Albana Dèi. Prima di tutto la valutazione delle Albana, che il pubblico potrà poi votare domenica, selezionate da una giuria tecnica composta da importanti critici delle principali guide dei vini e sommelier, che si riuniranno nella mattinata del 10 ottobre.

A seguire due appuntamenti aperti al pubblico. Sempre sabato alle 17 il convegno nella Chiesa di San Silvestro dal titolo “L’Albana è già realtà. Storia, leggenda e visione in un calice di vino”. Domenica 11 dalle ore 15 alle 18 in piazza della Libertà il pubblico potrà assaggiare e votare le migliori Albana selezionate dalla giuria (ingresso gratuito).

Il responso della giuria tecnica andrà ad assegnare il premio alle migliori Romagna Albana DOCG di tipologia secco; il pubblico sarà invece chiamato ad assaggiare e votare i vini finalisti per eleggere “L’Indigeno del Cuore” – premio Valter Dal Pane e votare anche altri vini ottenuti però sempre da sole uva Albana tipologia secco.

https://www.consorziovinidiromagna.it/