Onavnews, un nuovo giornale, una nuova sfida

29 Settembre 2015

Carissimi Consiglieri nazionali, Delegati provinciali, Consiglieri provinciali, amici onavisti… tutti.

Si apre davanti a Noi un periodo, che per Onav rappresenterà transizioni e cambiamenti, che sono particolarmente orgoglioso di condividere con tutti Voi. Proprio in questi giorni stiamo per raggiungere uno dei traguardi che ci eravamo prefissati all’inizio del mio mandato di Presidente nazionale.

Dopo qualche anno di onesto lavoro, vedrà la luce il nostro nuovo magazine,  “Onavnews”, un nuovo importante strumento al passo con i tempi, dotato di grafica più attuale e potenziata, schemi di redazione nuovi, un innovativo sistema di comunicazione. Insomma il vero cambio di marcia che tutti aspettavamo da tempo.

Desidero subito ringraziare l’attuale Direttore Paolo Monticone per il lavoro svolto con passione e dedizione negli ultimi anni, anche di fronte a difficoltà tecniche e di supporto redazionale. Paolo Monticone potrà convogliare le sue energie in un altro progetto cui stiamo dedicando le nostre attenzioni: la preparazione di un grande libro documentario sulla storia dell’Onav, dalla sua costituzione al suo 65° compleanno, che festeggeremo insieme ad ottobre del 2016 con una grande manifestazione ad Asti e che inaugurerà, pubblicamente e ufficialmente anche la nostra nuova sede astigiana, di cui per pura scaramanzia non vi accenno, anche se sarà un determinante atto di rinnovamento e di radicamento sul territorio astigiano.

Il nuovo “Onavnews” è diretto da Guido Montaldo giornalista, scrittore, da tempo amico della nostra organizzazione, che sarà il nuovo Responsabile della rivista on line. Mi lega a lui grande stima professionale, profonda conoscenza reciproca, uno stesso piglio di volontà di eccellenza, che ci ha fatto sempre parlare la stessa lingua e ci ha distolto da obiettivi scontati o troppo allineati o dalla logica del mercimonio. Lo salutiamo, con affetto stringendogli la mano, e gli chiediamo alcuni obiettivi che la nostra rivista dovrà raggiungere e mantenere:

-Essere un vero settimanale, che in pratica significa mostrarsi completamente diverso e al massimo ogni settimana.

-Presentarsi interessante, utile, per i nostri iscritti, ma anche per gli appassionati del mondo enoico, che ci seguono e attirarne sempre in numero maggiore.

– Trattare dei grandi temi del mondo enoico in modo semplice e chiaro, sottolineando le linee guida dell’ Onav in modo autorevole

-Trattare della nostra vita sociale in modo tempestivo, attento e non banale per dare soddisfazione ai nostri iscritti e alle nostre sezioni, che sono il vero patrimonio della nostra organizzazione .

-Dare voce a chiunque all’interno dell’Onav abbia qualcosa di saggio da dire, anche fuori dal coro, per stimolare dibattito e crescita desiderando che la nostra Organizzazione sia sempre più patrimonio di tutti i soci.

-Dare spazio alle informazioni scientifiche, ampelografiche, culturali, storiche, degustative, gastronomiche, che possano essere interessanti per tutti noi.

-Segnalare con anticipo e precisione manifestazioni, degustazioni, eventi che possano fare crescere i nostri soci e di altre organizzazioni.

-Renderci orgogliosi di avere la più bella rivista on line del settore.

-Mantenere un archivio storico ricco e completo

-Dotarsi di moderne App per comunicare a tutti capillarmente.

Per ottenere questo dovremo supportare il nostro Direttore con articoli, redazionali, informazioni, immagini progetti, iniziative……e tutto quanto pensiate di voler leggere sul nostro giornale.

Cerchiamo collaboratori nelle varie aree, che vogliano mettersi alla prova e dedicare qualche energia a questo progetto giornalistico impegnativo, ma stimolante. La Presidenza e il Consiglio nazionale tutto, supporteranno questo nuovo approccio di comunicazione con energie ed economicamente .

A tutti noi il compito di ampliare il plateatico di lettura di questo nuovo mezzo di informazione, che oggi vede la luce.
E come avviene per ogni importante varo…mettiamoci il cuore e l’orgoglio!

Buon Vino a tutti

Il Vostro Presidente

Vito Intini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.