“Dire, fare, sognare!”. Riconoscimento alla cultura del cibo e del vino in Emilia-Romagna.

La premiazione lunedi 6 giugno al Teatro Verdi di Cesena. Se i Fantastici Quattro sono stati dei fumetti “umanizzati” dal cinema, i Fantastici Cinque sono personalità reali che hanno lasciato un’impronta nella cultura enogastronomica dell’Emilia Romagna, e più in generale a livello internazionale. I cinque sono i vincitori del riconoscimento “Dire Fare Sognare”, tributo a chi ha lasciato un segno indelebile nel racconto di questa regione, giunto alla quinta edizione e promosso da Partesa. Un premio che quest’anno ha scelto Cesena quale sede dell’epilogo, più precisamente il Teatro Verdi (lunedì 6 giugno alle ore 11.00), dopo avere viaggiato in lungo e in largo per la regione (Milano Marittima, Modena, Cattolica, Santarcangelo).

Gino Fabbri

E che i cinque siano “fantastici” nel panorama enogastronomico lo attestano nomi e curriculum: il cuoco riminese Gino Angelini, chef di fama internazionale che da circa un ventennio ha conquistato il palato dei vip di Hollywood nel suo ristorante a Los Angeles; il pasticcere bolognese Gino Fabbri, che oltre a essere stato eletto pasticciere dell’anno nel 2009, nel 2015 è stato capo della delegazione che ha accompagnato la squadra italiana alla Coupe du Monde de la Patisserie conquistando la medaglia d’oro dopo 18 anni di assenza dal podio; il cesenate Luca Gardini, miglior sommelier del mondo nel 2010 nel concorso promosso dalla Wsa (Worldwide Sommelier Association), fondatore insieme ad Andrea Grignaffini del Biwa (Best Italian wine awards) che premia i migliori 50 vini d’Italia, primo italiano a entrare nel gotha della critica mondiale del Wine-Searcher.

Ivan Albertelli

Ivan Albertelli dell’Hostaria da Ivan a Fontanelle di Roccabianca di Parma, locale a due passi dalla casa natale di Giovanni Guareschi, inventore della ‘Salumoterapia’, un innovativo percorso sensoriale per conoscere gli effluvi dei salumi; Primo Vercilli, tra i principali divulgatori delle tematiche sull’alimentazione, inventore del Metodo della Nutrizione Immuno Geno Funzionale. La premiazione, come anticipato, sarà a Cesena. Due i momenti di “Dire Fare Sognare”: il riconoscimento a cinque personalità che con modalità diverse si sono distinte nella promozione della cultura enogastronomica; il riconoscimento che premia il lavoro di un operatore di ogni provincia emiliano romagnola, da Piacenza a Rimini, scelto tra ristoratori, baristi, enotecari e torrefattori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.