A Capriano del Colle nasce il nuovo concetto del Marzemino

L’azienda agricola Contessa nasce nel 2007 dal sogno di Alessia Berlusconi, imprenditrice e vignaiola, che trova a Capriano del Colle, a Sud di Brescia, il luogo ideale per realizzare il proprio progetto vitivinicolo. I vigneti si trovano all’interno del parco del Montenetto, protetti da querce secolari, in un ambiente ideale per lo sviluppo di una viticoltura di qualità. “Dal 2009 non ha mai grandinato, non abbiamo avuto mai problemi di troppa acqua o troppa siccità, grazie anche al terreno molto argilloso”, racconta l’amministratrice Marina Rivola. Dal 2009 l’azienda ha iniziato la commercializzazione, mentre dal 2011 è partita la conversione al biologico, la cui certificazione è stata ottenuta dalla vendemmia 2014 e vanta oggi una produzione di circa 75.000 bottiglie e un totale di 8,5 ettari vitati.

alessia berlusconi#Novepuntonove: il Marzemino rivoluzionario
L’idea chiave attorno alla quale ruota la filosofia della cantina è quella di realizzare un vino che sia a bassa gradazione alcolica pur mantenendo tutte le caratteristiche tradizionali che comunemente si attribuiscono al vino stesso, come ad esempio la struttura. Dopo un periodo di ricerca, Alessia riconosce nel Marzemino il vitigno ideale per realizzare il suo progetto. Dai primi esperimenti arrivano le prime bottiglie di “9.9”, vino con 9.9 gradi alcool prodotto con uva Marzemino. Il basso grado alcolico si ottiene grazie a un processo produttivo particolare che coinvolge sia l’attività in cantina, ma soprattutto quella in vigna. L’elemento principale è costituito dalle “tre vendemmie”, come racconta Marina Rivola: “abbiamo suddiviso il Marzemino in tre parcelle, la prima è vendemmiata a metà agosto quando il frutto non è ancora maturo e ciò permette di ottenere un basso grado, dopo 15-20 giorni viene fatta la seconda vendemmia a maturazione fenolica completa per attribuire i profumi e gli aromi e la terza è fatta in una fase di maturazione avanzata per dare struttura e complessità al vino.” La scelta di realizzare questo prodotto nasce dalla volontà di offrire al pubblico un vino che potesse essere degustato e assaporato con semplicità in ogni momento della giornata ad esempio durante la pausa pranzo, senza appesantire troppo e permettendo al consumatore di ripartire con la propria giornata di lavoro. In secondo luogo 9.9 è un “vino social – continua Marina – da proporre freddo, ideale come aperitivo e per un target giovane”. Anche i formati sono diversi dai tradizionali, infatti non esiste il formato da 0.75 ma la bottiglia da 0,5l e da 1l.

la contessa 9.9 formatiL’innovazione nella tradizione
La gamma dei prodotti continua con “La Bianca”, 70% Trebbiano e 30% Chardonnay con 13° Vol., “La Rossa”, che presenta una gradazione di ben 15° Vol. e con un uvaggio che unisce vitigni autoctoni e internazionali, ovvero Merlot 55%, Syrah 20%, Cabernet S. 15%, Rebo 10%. È vino strutturato e subisce un passaggio di 18 mesi in barrique. Chiude la gamma una bollicina metodo Martinotti, il “Rosa Mistica”, spumante Blanc de Noirs alternativo con un uvaggio di Sangiovese e Barbera.

Silvia Fantoni

One thought on “A Capriano del Colle nasce il nuovo concetto del Marzemino”

  1. 75 Mil Indocin Online Canadian Pharmacy Amoxicilin [url=http://4rxday.com]cialis cheapest online prices[/url] Zithromax Effects On Birth Control

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.