ONAV #ripartiamo con prudenza: riprendono le attività

L’Italia ha appena attraversato un periodo delicato, tortuoso, non senza lasciare segni nell’animo delle persone, ma, se è vero che le difficoltà ci rendono più forti e coraggiosi, allora questo a piccoli passi deve essere un punto di ripartenza.

E’ il momento di iniziare a vivere la normalità, seppur nuova sotto certi aspetti. Con questo spirito ONAV ha ripreso le attività e i corsi seppur con qualche piccolo accorgimento organizzativo.

foto di Devecchis Cristina

A dare l’avvio è stata la sezione di Monza con l’iniziativa “Dieci sfumature di Pinot Grigio”, seguita dalla degustazione in vigna presso la Tenuta Saiano di Poggio Torriana, e che dire della fuga tenutasi tra i colli bolognesi per degustare i vini del territorio organizzata da Tenuta La Riva e Cantina Lodi Corazza?

Queste sono solo alcune delle proposte del ricco calendario nazionale di ONAV che ci accompagneranno fino a luglio e ci permetteranno di riprendere la nostra attività dopo questa strana primavera.

foto di Gerardo Assanti

Se avessimo potuto prevedere come sarebbero stati i mesi scorsi, sicuramente li avremmo immaginati diversi. L’Italia e tutto il mondo si sono fermati quasi improvvisamente per colpa di un brutto nemico: Covid- 19. Le attività commerciali sono state chiuse, è stato imposto il distanziamento sociale e l’obbligo di rimanere a casa, condizioni che inizialmente hanno limitato lo spirito di condivisione che ci accomuna.

foto di Monica Balzaretti

Non c’è voluto molto tempo per considerare la possibilità di utilizzare i social network come strumento di dialogo per intrattenere ed informare. ONAV ha saputo sfruttarli con rapidità, trovando nuove formule di comunicazione. Diverse sono state le iniziative proposte in questo periodo di lockdown, con le quali l’associazione ha dato il via ad una rete social più presente, iniziando da quello che è diventato un vero trend del momento: la degustazione virtuale. Si, perché nonostante l’impossibilità di muoversi da casa alla ricerca di qualche nuova emozione gustativa, la voglia di condivisione è ampiamente rimasta.

foto di Anna Bertolli

E’ nato così Il #vinociunisce, un insieme di degustazioni virtuali proposte dagli oltre 9000 assaggiatori di vino ONAV. Brevi video, postati sui propri profili Facebook, rispettosi di poche semplici regole: presentare il vino, l’azienda produttrice, il vitigno, la metodologia di produzione la descrizione organolettica. Il tutto corredato da un segno distintivo ONAV come spilla, logo, valigetta o calice.

E’ stata poi la volta di #scattodivino, momento con il quale l’associazione ha voluto inaugurare il profilo Instagram ONAV Nazionale. Si è trattato di un concorso fotografico in cui ogni socio poteva cimentarsi nel ritrarre momenti di festa e allegria ma anche formazione con ONAV come protagonista.

foto di Stefania Fiocco

Infine il contest Buona Novella proposto e ideato dalle due vicepresidenti ONAV Teresa Bordin e Pia Donata Berlucchi. Un concorso letterario che ha avuto come intendo quello di apportare un po’ di speranza e di positività in un momento delicato della nostra vita. Ogni iscritto ONAV, infatti, ha potuto esprimere la propria creatività scrivendo un racconto che conciliasse il vino, l’uomo ed il Covid-19.

Per avere un bilancio di queste esperienze, abbiamo posto qualche domanda al direttore generale ONAV Francesco Iacono.

ONAV fin dall’ inizio del lockdown si è impegnata per realizzare iniziative coinvolgenti come i contest, queste hanno visto una buona partecipazione da parte del pubblico? 

Si è trattato della prima esperienza di coinvolgimento social che ONAV ha proposto ai suoi soci. Dapprima con #ilvinociunisce, primo contest proposto, dove abbiamo notato una certa inerzia, forse per il timore di apparire, di condividere. Poi il desiderio di aprire il mondo ONAV al confronto, anche ludico, si è realizzato. Tanti hanno realizzato dei brevi video, tanti vini sono stati presentati creando una colleganza inaspettata e virtuosa con gli stessi produttori. ONAV si è fatta portavoce anche delle “difficoltà del mercato” grazie a Webinar dedicati a questo tema. Su Instagram #scattodivino ha spopolato fra i soci più giovani. Foto, creatività, immediatezza hanno spinto moltissimi a cimentarsi con il gioco. Ma non solo attività ludica perché #labuonanovella è anche pensiero, arte della scrittura e del racconto. Un contest certamente più selettivo che andrà avanti ancora per qualche settimana.”

Come vede la ripartenza delle attività/corsi di Onav? 

Inizialmente c’è stata una certa titubanza soprattutto da parte delle diverse sezioni territoriali che hanno mostrato la necessità di interagire con le autorità locali. Poi hanno i visto i dati del contagio diminuire, i messaggi rassicuranti anche se cautelativi, la voglia di normalità. Ora tutte le delegazioni sono attive grazie anche al bel tempo e alla possibilità di fare eventi all’aria aperta. Ci stiamo programmando per le attività autunnali e siamo fiduciosi.”

Le attività verranno organizzate in maniera differente rispetto al pre-lockdown?

In attesa della normalità certamente ci adeguiamo alle normative rispettando il distanziamento fisico e tutte le procedure per ridurre il rischio di contagio. Siamo “fortunati” che tutti nostri soci sono dotati di bicchieri personali e quindi l’aspetto degustazione è molto facilitato in questa fase. Sanificazione degli ambienti, eliminazione di materiale cartaceo informativo privilegiando il digitale. Sono alcune soluzioni che ci saranno utili anche quando torneremo alla “normalità”: le idee positive sono sempre benvenute.”

Miriam Ardigò

n.b.  le foto titolate sono state selezionate dal contest #scattodivino, la foto di apertura è di Giovanni Rinzivillo