Guido Berlucchi presenta il suo primo Report di Sostenibilità

“ È molto emozionante vedere riuniti e raccontati – nel nostro primo Report di Sostenibilità 2019 – i risultati di tutti questi anni di lavoro passati insieme ai nostri collaboratori qui, nel cuore ed origine della Franciacorta, per costruire la nostra vision.

Anno dopo anno, vendemmia dopo vendemmia, grandinate, gelate, siccità non hanno fermato la nostra idea di creare un’azienda più rispettosa di questo territorio e di chi lo vive, proteggendolo come un patrimonio non rinnovabile ed elevando in modo evidente la qualità dei vini a nome Franciacorta.

“In 60 anni, le cantine della Franciacorta hanno contribuito a proteggere e salvaguardare 3.000 ettari del nostro territorio destinandoli alla viticoltura e creando così un modello di sviluppo alternativo al modello artigianale/industriale, a forte impatto ambientale, tipico degli anni ‘70-‘90”.

Con queste parole Arturo Ziliani, CEO e Direttore Tecnico della Guido Berlucchi, introduce e commenta il primo Report di Sostenibilità GB 2019, sviluppato e prodottocon la consulenza di EY Sustainability e la collaborazione di LifeGate.

“Sostenibilità, oggi, non è più un termine esoterico, ma rappresenta la reale capacità da parte della nostra azienda di leggere in modo complessivo ed ampio l’impatto delle proprie attività sul proprio territorio, studiandole, migliorandole e disegnando intorno ad esse un futuro comtibile.” Il report analizza il percorso intrapreso in oltre 20 anni e “scansiona” le migliorie generate – sugli 85 ha. di vigneti propri e sui 450 ha. dei viticultori partner – dall’azienda pioniera e fondatrice della Franciacorta con le sue positive ricadute, dalla lotta all’impoverimento dei suoli con tecniche sperimentali di avanguardia, al contrasto al cambiamento climatico con nuovi approcci enologici e l’utilizzo di varietà indigene più appropriate quali l’Erbamat, alla riduzione del consumo di risorse.

Ma la visione della Guido Berlucchi si spinge oltre gli aspetti prettamente e direttamente legati alla produzione enologica e guarda anche alla complessità delle ricadute socio-culturali sul territorio. “La Sostenibilità, declinata in tutte le sue forme non solo agricole, è oggi al centro della nostra azione e lo sarà sempre di più per il futuro” prosegue Arturo Ziliani.

“Per queste ragioni, in anni recenti, abbiamo sviluppato progetti quali Academia Berlucchi, abbiamo fortemente voluto il Report di Sostenibilità G.B. 2019 abbiamo potenziato l’Hospitality didattica – presso la nostra sede storica – per meglio promuovere e fare conoscere la “Destinazione Franciacorta” e stiamo progettando campagne di Corporate Social Responsability, con iniziative dedicate alla formazione e riconnessione con la Natura delle nuove generazioni”.