Villaggio Fontanafredda: l’ospitalità tra visite alle cantine, passeggiate nel bosco e incontri culturali nelle Langhe Patrimonio Unesco

A Serralunga d’Alba nel cuore delle Langhe patrimonio mondiale dell’Unesco, il Villaggio Fontanafredda è la destinazione che unisce in un’unica esperienza turistica ospitalità, storia, cultura e natura.

All’interno della riserva Bionaturale di Fontanafredda e circondato da 120 ettari di vigneti coltivati a Biologico, il Villaggio offre ai visitatori la possibilità di scoprire le cantine ottocentesche, tra le più belle al mondo destinate ancora oggi all’affinamento dei grandi vini delle Langhe, primo fra tutti il Barolo, di immergersi nella natura per un percorso meditativo nel Bosco dei Pensieri (sempre aperto e accessibile gratuitamente), e di partecipare agli incontri con personaggi del mondo della cultura nella sede della Fondazione E. di Mirafiore.

La visita guidata alle cantine dell’800 è un percorso nella tradizione delle Langhe e nell’evoluzione della produzione vitivinicola della Tenuta. Il percorso di visita inizia dalla Cattedrale, utilizzata all’origine come fienile e così chiamata per il soffitto che ricorda quello di una cattedrale gotica. Custodisce 42 botti da 140 ettolitri, realizzate in rovere di slavonia, il legno più utilizzato per la produzione di Barolo.  

Il cammino prosegue all’interno del Museo inaugurato per i 160 anni di storia della Cantina per passare poi attraverso il tunnel sotterraneo, ripercorrendo, secondo la leggenda, i passi di Re Vittorio Emanuele II il quale lo utilizzava come via segreta per uscire dalla tenuta e recarsi dalle amanti. Oggi conduce all’area dedicata alla fermentazione, dove si possono osservare le vasche in cemento del 1887, le prime di questo tipo installate in Europa, caratterizzate dal grande pregio di garantire la temperatura costante, ideali per la conservazione dei vini giovani e l’affinamento di vini destinati a invecchiamento.

La visita include anche un passaggio nella cantina Mirafiore, all’interno della quale si trovano ancora 6 botti appartenute al Re e termina nella Rotonda, esempio di architettura industriale del 1800 che, un tempo dedicata a pigiatura e fermentazione delle uve, oggi ospita le barriques da 225 litri.

Ai visitatori più curiosi e appassionati sono dedicate degustazioni per conoscere i vini più rappresentativi delle due cantine del Villaggio: Fontanafredda e Casa E. di Mirafiore, dall’Alta Langa, passando per i bianchi e i rossi tipici del Piemonte, fino ad arrivare alle grandi annate storiche di Barolo, acquistabili all’interno della Bottega del Vino.
 
Il Villaggio Fontanafredda offre con i suoi 120 ettari di riserva bionaturale, caratterizzati dalle sue cantine, dai suoi terreni e dai suoi hotel, un’accoglienza d’eccellenza completa, un luogo in cui il visitatore può sentire battere il cuore del Barolo, dei paesaggi delle Langhe, della natura incontaminata e del Piemonte enogastronomico.